Consiglio per il bebè

Forme di custodia - Una seconda casa

Asili nido, mamme diurne, baby-sitter, nonni o una combinazione di tutte queste forme di custodia? Alcuni genitori preferiscono rivolgersi a istituti veri e propri, altri optano per soluzioni familiari.

L'essenziale in breve

  • I genitori diurni possono accudire, senza necessità di autorizzazione, un massimo di cinque bambini al di sotto dei 12 anni.
  • Se decidi di assumere una persona, diventi a tutti gli effetti un datore di lavoro! Per la retribuzione di tate e ragazze alla pari è necessario tener conto delle trattenute per le assicurazioni sociali. 
  • A partire da cinque ore di lavoro a settimana, per le babysitter maggiorenni si applicano le retribuzioni del normale contratto di lavoro per il personale domestico.

La forma di accudimento adatta per il tuo bambino

Quando entrambi i genitori lavorano, è fondamentale pianificare accuratamente la quotidianità familiare. È importante che la persona che si occupa dei bambini, la quale rappresenta un'integrazione della famiglia, sia amorevole, affidabile e, se possibile, disponibile a lungo termine. Nella situazione ideale, essa sarà una persona di riferimento per i bambini e una nuova amicizia. 

Asilo nido

Gli asili nido accolgono i bambini a partire da pochi mesi fino a quando non iniziano l'asilo. Sono strutture gestite da professionisti e si occupano dei bambini dal mattino fino alla sera. In queste strutture è molto importante la vita di gruppo, visto che i bambini imparano molto gli uni dagli altri: giocano, cantano, fanno il bricolage, mangiano e dormono insieme. Per garantire un accudimento il più adeguato possibile alle esigenze dei bambini, la Federazione svizzera delle strutture d'accoglienza per l'infanzia (Kibesuisse) ha elaborato una chiave di ripartizione facoltativa. Secondo tale chiave di ripartizione, un operatore socioassistenziale può occuparsi di un massimo di tre bambini al di sotto di un anno e mezzo.
Molti asili nido dispongono di posti sovvenzionati dallo stato; l'ammontare della sovvenzione dipende dal reddito dei genitori. Il numero dei posti sovvenzionati negli asili nido e la spesa media dei genitori per questa forma di accudimento varia fortemente da cantone a cantone. Come cifra indicativa si applicano i dati di Kibesuisse: i genitori con un reddito alto devono calcolare circa 90-150 franchi al giorno, quelli con un reddito basso, a seconda delle sovvenzioni, circa 20-150 franchi al giorno. In linea di principio, per bambini fino a 1 anno e mezzo si applicano tariffe superiori, visto che essi necessitano di un'accudimento più intenso. Nella scelta dell'asilo nido, oltre ai costi, rivestono un ruolo importante anche altri fattori (vicinanza a casa o al luogo di lavoro, orari di apertura, orientamento pedagogico, spazi ecc.). Consigliamo di contattare diverse strutture e di visitarle personalmente, in modo da capire meglio qual è quella più adatta alle esigenze della propria famiglia.

Mamma o famiglia diurna

Accanto agli asili nido, i genitori diurni rappresentano la forma più importante di accudimento: si tratta infatti di una dimensione più familiare rispetto agli asili nido, e ciò può rappresentare un vantaggio, soprattutto per i bebè. Gli orari di accudimento possono essere decisi individualmente e nella maggior parte dei casi la madre o la famiglia diurna si occupano del bambino direttamente a casa loro. Essi possono lavorare su base privata oppure fare capo a un'agenzia di intermediazione. Per garantire l'accudimento migliore possibile, la legge sull'affiliazione prevede che una madre diurna possa occuparsi, senza autorizzazione speciale, di un massimo di cinque bambini contemporaneamente. Le tariffe dipendono dalle sovvenzioni statali. La tariffa media per i genitori che non beneficiano di sovvenzioni ammonta, secondo Kibesuisse, a 11 franchi l'ora. Pasti, pernottamenti o supplementi per il fine settimana sono da conteggiare separatamente. Si consiglia di concludere un contratto scritto con le madri o le famiglie diurne.

Tata/dipendente privato

Cucina, gioca con i bambini e, se necessario, li accompagna dal medico: è la tata di professione, che può essere la soluzione ideale soprattutto per genitori lavoratori con due o più figli. Quella della "tata", però, non è una categoria professionale protetta: per questo motivo è necessario svolgere un accurato colloquio conoscitivo e dare un'occhiata a diplomi e certificati di lavoro. 
Secondo le raccomandazioni di «Nannyverein Schweiz», il salario mensile di una tata senza formazione specifica può attestarsi tra i 3500 e i 3800 franchi. Con un diploma federale da operatrici/operatori socioassistenziali si può arrivare a guadagnare fino a 5500 franchi. 
Su www.ahv-iv.ch trovi tutte le informazioni su assicurazioni sociali e altre assicurazioni obbligatorie. Diversi portali come www.rockmybaby.ch fanno da intermediari per chi è in cerca di una tata.

«Wir teilen uns eine Kinderfrau» ("Condividiamo una tata", articolo in tedesco): trovi ulteriori notizie sul tema su www.migros-magazin.ch.

Babysitter

Le babysitter offrono il loro supporto in giorni o sere singole. Oltre a ragazzi o ragazze e studenti e studentesse, ci sono anche adulti particolarmente amanti dei bambini che offrono i propri servizi di babysitting su portali come lilliput. Questa figura è particolarmente utile anche nei casi di emergenza: www.care4kids.ch (in inglese o in tedesco). Per babysitter minori di 18 anni che offrono tale servizio sporadicamente non è fissato nessun salario minimo. Con il calcolatore di tariffa oraria di Babysitting24 è possibile visualizzare le tariffe consigliate.

Accudimento privato

Molto spesso l'accudimento dei bambini viene organizzato anche in forma privata, soprattutto con i nonni, che rappresentano un grande aiuto per le famiglie. 
È possibile organizzarsi anche con vicini e amici per occuparsi dei bambini a turno. L'importante è prendere accordi vincolanti: nessuno deve sentirsi sfruttato in queste situazioni, e non appena l'accudimento assume una forma regolare e obbligata, è necessario parlare dell'eventualità di introdurre una forma di compenso.

Au-Pair

Questa modalità rappresenta un grande aiuto per le famiglie e un importante possibilità di scambio culturale. Si tratta soprattutto di giovani che desiderano fare un'esperienza all'estero aiutando le famiglie con i bambini e nei lavori di casa. La famiglia ospitante offre vitto e alloggio. Queste prestazioni in natura hanno un valore di circa 990 franchi, oltre ai quali è necessario fornire anche un salario in denaro. L'associazione svizzera PRO FILIA, che funge da intermediaria per chi cerca ragazze alle pari, consiglia, a seconda del Cantone, un salario netto di 600-700 franchi al mese. 

Detrazioni fiscali per l'accudimento dei bambini

Dall'imposta federale diretta possono essere detratte spese certificate di accudimento dei bambini per un massimo di 10'100 franchi per bambino. La condizione è che i bambini vivano nella stessa casa e che i genitori siano entrambi lavoratori o inabili all'accudimento. Per la tassa cantonale, a seconda dei cantoni sono possibili detrazioni fino a 17'500 franchi.

Foto: Getty Images

Altre idee della redazione Famigros

Cucu