Gravidanza

6° settimana di gravidanza

Aspetti un bambino? Congratulazioni! In questa settimana iniziano a formarsi il tronco e la testa del tuo bebè. Scopri di più sullo sviluppo del tuo bambino nella 6a settimana di gravidanza.

Nell'embrione cominciano ora a prendere forma la testa e il tronco. Nascono le strutture pronte ad accogliere occhi, naso e orecchie. Ai lati sbocciano i primi minuscoli accenni di braccia, allo stesso modo si formano le gambe e il futuro scheletro. Le fibre nervose iniziano a diffondere una rete sottile attraverso tutto il corpo. Ora si sviluppa anche il midollo spinale, che formerà successivamente la colonna vertebrale. Con il suo prolungamento simile a una coda, che più tardi scomparirà di nuovo, l'embrione ricorda ora un girino.

Consiglio: Cosa potete fare di buono per voi e il vostro futuro bambino

Un regolare movimento fisico migliora l'approvvigionamento di ossigeno all'utero e fa quindi bene anche al vostro bambino. Trascorrete ora molto tempo all'aria aperta e fate esercizi di respirazione appropriati. Consultate a questo proposito anche un'ostetrica o il vostro ginecologo, in quanto una corretta respirazione è importante anche successivamente per il parto.

Il vostro utero comincia a crescere e i sintomi della gravidanza diventano ora più evidenti. La mucosa della cervice e la vagina hanno forse già assunto una colorazione bluastra. Anche perdite intramestruali non sono rare in questa fase.

Probabilmente già ora si soffre più fortemente di nausea e stanchezza, anche l'appetito può subire cambiamenti. E' possibile avere il seno gonfio e talvolta anche sensibile al dolore nonché capezzoli più scuri e ampi. Si è inoltre soggette più spesso a sbalzi d'umore. I numerosi sintomi possono tuttavia variare molto a seconda delle donne. Basta che ascoltiate ora il vostro corpo.

Consigli: Rimedi contro la nausea

Il 50-80% delle donne incinte soffre nei primi tre mesi di nausea e vomito. La causa è soprattutto l'aumentato contenuto di acido nello stomaco che rallenta il sistema digestivo. Questa trasformazione fisica provoca la maggior parte degli attacchi di nausea.

  • La regola più importante è: Lo stomaco non dovrebbe essere né troppo vuoto né troppo pieno. E' pertanto consigliato ad ogni pasto consumare preferibilmente carboidrati lenti (pane, riso, pasta, patate).
  • Di mattina, fare una piccola colazione (tè, fette biscottate) a letto prima di alzarsi.
  • Consumare generalmente solo pasti piccoli e di conseguenza regolari, ad es. spuntini come frutta secca, nocciole, mandorle, cracker integrali o una banana.
  • Prodotti a base di radice di zenzero come biscotti allo zenzero o ginger ale contrastano la nausea (rivolgetevi al vostro medico per domandare il dosaggio).
  • Masticate a fondo mandorle o arachidi. Per alcune donne incinte, anche una gomma da masticare può essere d'aiuto.
  • L'odore del limone tagliato a fette può mitigare la nausea. Tè freddo o acqua minerale con dentro una fetta di limone hanno un effetto analogo e contribuiscono a soddisfare il fabbisogno di liquidi.
  • Si può eventualmente provare l'agopuntura.

I nostri prodotti consigliati:

Foto: Getty Images

Scopri di più sui nove mesi col pancione

Consiglio