Gravidanza

12° settimana di gravidanza

Nel corso di questa settimana il tuo bebè inizia già a bere piccole quantità di liquido amniotico. Scopri di più sullo sviluppo del tuo bambino nella 12a settimana di gravidanza.

Il feto si sviluppa ora fortemente in lunghezza. Il viso ha già un profilo riconoscibile, con una fronte ampia e un piccolo naso all'insù. Persino alcuni comandi del cervello vengono eseguiti di riflesso, come ad es. il riflesso di suzione, che viene ora assiduamente allenato succhiando il pollice. Allo stesso modo, il feto comincia a bere piccole quantità di liquido amniotico. Spesso gli viene il singhiozzo per questo motivo. Sia il bere sia il singhiozzo sono esercizi di respirazione importanti per il piccolo. Il cordone ombelicale e la placenta sono ora completamente formati.

 

In questo periodo, l'utero abbandona la regione del bacino e si sposta (verso l'alto?) nel basso ventre, il quale cresce fino a diventare una bella pancia rotonda. Il bacino stesso diventa più morbido e flessibile. Nel frattempo, anche il peso è probabilmente aumentato. Se si rimane spesso in piedi, è possibile soffrire in modo più accentuato di dolori alla schiena, in quanto anche i dischi intervertebrali si sono leggermente spostati. Siccome la tiroide del bambino ha cominciato in questa settimana a svolgere la propria funzione, anche la tiroide della mamma è sottoposta ad uno sforzo maggiore. Per questo motivo anche il vostro collo può sembrare più grosso del normale. Ci sono buone possibilità che in questo periodo la nausea cominci a ridursi. Ora potete cominciare a godervi la vostra gravidanza.

Consigli: Il vostro peso durante la gravidanza

Se vi alimentate in modo sano, aumenterete di circa 1-1,5 chili al mese. L'aumento di peso è tuttavia molto individuale e dipende essenzialmente dal peso che avevate prima della gravidanza. Non cadete nella falsa credenza per cui ora dovete mangiare «per due» – fate piuttosto attenzione alla qualità della vostra alimentazione e non alla quantità.
 

L'aumento di peso ideale

In media, l'aumento di peso fino al parto ammonta a 9-13 kg. Fate particolare attenzione al peso se il vostro indice di massa corporea (IMC) era già problematico prima della gravidanza. Problemi relativi al peso favoriscono infatti il subentrare del diabete gestazionale e rendono il parto più difficoltoso.
 

L'IMC (prima della gravidanza) 

Per calcolare il vostro aumento di peso «ottimale», potete basarvi sull'indice di massa corporea (prima della gravidanza). Come calcolare il proprio IMC: Il peso in kg diviso l'altezza in cm al quadrato: Calcolate vostro IMC

A seconda del risultato, potete ricavare il vostro aumento di peso ideale dalla seguente tabella:
Con un IMC   di 18:           12,5-18 kg

                    da 19 a 22:    11,5-16 kg

                    da 22 a 23:     7-11,5 kg

                    Oltre 24:          6-10 kg

Importante: Questi dati sono puramente indicativi. Ogni donna reagisce infatti in modo diverso alla gravidanza. L'aumento di peso dipende anche dal vostro stato di salute. Seguite soprattutto ora i consigli del vostro medico.

Il peso del vostro bambino 

Un bambino pesa in media alla nascita 3,5 kg. Il motivo per cui durante la gravidanza si aumenta fortemente di peso è dato dal fatto che tutto il corpo deve prepararsi al parto!

Qual è l'andamento della curva del peso?

  • All'inizio si aumenta di peso soprattutto a causa dell'utero in crescita, del liquido amniotico, della placenta e dell'aumento del volume sanguigno.
  • Verso la fine della gravidanza in seguito alla crescita del bambino
  • Spesso le donne aumentano di peso soprattutto tra la diciassettesima e la ventottesima settimana.
  • E' importante pesarsi regolarmente – ossia minimo una volta la settimana – e annotare il peso in una tabella.

Non è assolutamente insolito verso la fine della gravidanza aumentare di 2-3 chili al mese, soprattutto se si era in precedenza una persona molto magra. Rinunciate in ogni caso a cure dimagranti durante la gravidanza, in quanto anche il vostro bambino rimarrebbe a dieta e il suo sviluppo potrebbe venirne danneggiato.

Primo esame ecografico (ecografia precoce)

La prima ecografia controlla la posizione dell'embrione, accerta se si tratta di uno o più embrioni, se ci sono movimenti, se è possibile distinguere un battito cardiaco e determina la grandezza del feto. La data di nascita prevista viene confrontata con le dimensioni del feto ed eventualmente corretta. Non fate tuttavia troppo affidamento su questa data: Solo per un bambino su 25 viene stabilita con precisione la data della nascita.
 

Screening del primo trimestre

Verso la dodicesima settimana di gravidanza, viene effettuato per la prima volta come analisi preliminare un test del sangue alla mamma, mentre al bambino viene misurata la cosiddetta «piega nucale». Entrambi gli esami vengono chiamati «screening del primo trimestre» La misurazione della piega nucale non comporta alcun rischio per il bambino. Insieme al test del sangue, tale analisi aiuta a rilevare il rischio di un'eventuale trisomia 21 e a stabilire se sono necessari ulteriori accertamenti medici.

I nostri prodotti consigliati:

Foto: Getty Images

Scopri di più sui nove mesi col pancione

Consiglio