Consiglio per il bebè

Giocare con altri bambini: ecco come trovare il gruppo di gioco giusto per il tuo bambino

Che cosa c'è di meglio che giocare? Esatto! Giocare con altri bambini della stessa età. Se il tuo bambino non va ancora all'asilo nido, un gruppo di gioco offre un'integrazione ideale alle conoscenze fatte al parco giochi. A che cosa si deve tuttavia prestare attenzione nello scegliere un gruppo di gioco? E come si trova un tale gruppo?

Informazioni utili

Informazioni utili

L'essenziale in breve

  • In un gruppo di gioco si incontrano bambini di età a partire dai due anni e mezzo o tre anni fino all'inizio della scuola materna.
  • L'incontro ha luogo una o più volte alla settimana e, a differenza dell'asilo nido, non dura più di mezza giornata.
  • La partecipazione è obbligatoria.
  • Il gruppo è composto da circa 8-10 bambini (12 al massimo).
  • I gruppi di gioco vengono diretti da istruttrici che dispongono di un'adeguata formazione.
  • I gruppi offrono formazione, assistenza ed educazione dei bambini piccoli.

A volte il parco giochi è molto frequentato e a volte non c'è nessuno. Anche i bambini dei vicini non sono sempre disponibili per giocare. Quando il bambino che non va ancora alla scuola materna raggiunge la fase in cui si sente attratto da altri bambini e gioca volentieri con loro, è giunto il momento di un gruppo di gioco. L'età ideale è a partire dai due anni e mezzo. Normalmente l'offerta viene sfruttata fino all'inizio della scuola materna. Soprattutto per i figli unici che non frequentano l'asilo nido è interessante trovare nuovi compagni di gioco. Nei gruppi di gioco incontrano regolarmente una o più volte alla settimana sempre gli stessi altri bambini per giocare.

Giochi liberi, nuove esperienze e importanti contatti

Sotto la guida di istruttrici qualificate giocano insieme circa 8-10 bambini. Diversamente dall'asilo nido gli incontri durano in genere circa due o tre ore, ma possono occupare anche un'intera mattinata o un intero pomeriggio. Non si tratta però semplicemente di incontri assistiti durante i quali i genitori sono liberi. I gruppi di gioco sono generalmente mirati: tramite il gioco le istruttrici favoriscono anche lo sviluppo sociale, emozionale, cognitivo, fisico e psichico dei piccoli e le loro capacità. In questo modo i bambini imparano già presto a inserirsi in una comunità e a diventare a poco a poco indipendenti.

Ma anche i contatti tra i genitori vengono stimolati dai gruppi di gioco che comprendono anche offerte per l'incontro dei genitori e le discussioni tra loro. Sono possibili anche colloqui dei genitori con le istruttrici per parlare del comportamento e dello sviluppo del singolo bambino e delle sue particolarità.

Questo gruppo di gioco è adatto per noi?

Un gruppo di gioco non è vincolato da particolari prescrizioni di legge. Per tale ragione i genitori stessi dovrebbero prestare attenzione agli standard del gruppo. Questi sono alcuni criteri importanti nella scelta del gruppo di gioco:

  • Di che formazione dispone l'istruttrice?
  • Quanti bambini ci sono in un gruppo?
  • I locali sono sicuri e adatti per i bambini?
  • C'è anche un cortile o un giardino?
  • Come si permette ai bambini di ambientarsi?
  • C'è anche una seconda persona che si occupa della sorveglianza dei bambini?
  • In che modo sono coinvolti i genitori?
  • L'ideale pedagogico del gruppo è adatto? La direzione del gruppo dispone di un'adeguata formazione?
  • Come affronta l'istruttrice i conflitti?
  • Come viene gestito il gruppo?

Gruppi di gioco nel bosco & Co: formazione precoce giocando

Alcuni gruppi di gioco sono anche specializzati in determinati temi: molto amati sono attualmente i gruppi di gioco nel bosco o alla fattoria. Ci sono però anche gruppi di gioco orientati alla pedagogia di sostegno e di carattere integrativo che si rivolgono a bambini con esigenze particolari nell'assistenza e nel sostegno. Se non si è sicuri che un particolare gruppo di gioco sia adatto al proprio bambino si può domandare di partecipare a un'ora di prova.
 
Una volta trovato il gruppo di gioco giusto per il bambino, si comincia. In un locale protetto i bambini piccoli possono sia giocare liberamente che fare le prime intense esperienze nei rapporti con i coetanei che rivedranno poi ogni settimana. In questo modo si possono rafforzare le prime simpatie o fare addirittura le prime amicizie che si coltiveranno forse anche alla scuola materna. Non esistono però programmi stabiliti né obblighi particolari. Nel gruppo di gioco il bambino imparerà comunque diverse cose sia dai suoi compagni di gioco sia dalle istruttrici. Queste offrono infatti, oltre al gioco libero, anche attività guidate per i bambini. Giochi in cerchio, giochi per le dita, bricolage e dipingere sono tra le attività preferite. Dopo una fase di ambientamento i genitori si allontanano progressivamente. I bambini imparano così a trascorrere alcune ore senza la mamma e il papà e ciò costituisce la preparazione ideale per il periodo della scuola materna.
 
Ma anche i genitori approfittano dei gruppi di gioco. In contatto con la direzione del gruppo possono affrontare insicurezze nell'educazione o nello sviluppo del bambino e trovare ascolto da parte di persone competenti. È molto utile inoltre anche lo scambio di opinioni con gli altri genitori su temi di carattere pedagogico. Da non sottovalutare poi anche la possibilità di potersi concedere una pausa di riposo nella vita di ogni giorno spesso stressante da genitore.

Gruppi di gioco nella tua regione

L'Associazione delle istruttrici dei gruppi di gioco svizzere assegna un marchio di qualità per gruppi di gioco e sul proprio sito Internet www.spielgruppe.ch (in tedesco) offre tra l'altro un elenco con il quale gli interessati possono trovare un gruppo di gioco nelle proprie vicinanze.

Foto: Getty Images

Più idee per la gioia del tuo bimbo

Da non
perdere