Salute del bebè

In salute tutto l'anno: ecco che cosa serve per un sistema immunitario forte

Aria fresca, tanto movimento, un'alimentazione equilibrata: queste sono le basi per un sistema immunitario forte e intatto, sia per gli adulti che per i bambini. Ma esistono anche altri metodi con cui puoi rafforzare le difese immunitarie dei più piccoli. Con i nostri consigli tu e i tuoi figli rimarrete in buona salute tutto l'anno.

Informazioni utili

Parole chiave

Bambino piccolo

Informazioni utili

Parole chiave

Bambino piccolo

L'essenziale in breve:

  • Il nostro sistema immunitario ci difende da batteri, virus e parassiti, proteggendoci così dalle infezioni.
  • Sono soprattutto i bambini che, appena dopo la fase di allattamento al seno, devono rafforzare il proprio sistema immunitario.
  • Un'igiene eccessiva è più dannosa che utile e indebolisce il sistema immunitario.
  • Gli integratori alimentari come, per esempio, la vitamina C sono superflui per i bambini sani.
  • I bambini sono soggetti alle infezioni: dieci-dodici raffreddori all'anno non rappresentano un'eccezione per loro.

Un sistema immunitario forte ci protegge dalle infezioni. Chi ha delle buone difese immunitarie si ammala di meno, chi ha un sistema immunitario debole si ammala più spesso e più a lungo. Chi vuole proteggersi può adottare diverse misure per rafforzare il proprio sistema immunitario. Ciò è importante in particolare quando le temperature esterne ricominciano a scendere e ci attendono i primi starnuti dell'anno. Lo stesso vale anche per i bambini, soprattutto se sono stati appena svezzati dal latte materno e devono rafforzare da sé le proprie difese immunitarie. I genitori possono però essere di grande aiuto e favorire con qualche piccolo accorgimento e alcune misure preventive la loro salute e il sistema immunitario.

Il contatto con batteri e germi rafforza le difese immunitarie

Le difese immunitarie devono essere allenate. Sarebbe sbagliato ora prestare attenzione a un'igiene eccessiva. Per favorire il rafforzamento del sistema immunitario, i bambini dovrebbero entrare in contatto con i germi. Solo se sono stati a contatto con un germe, possono poi sviluppare i relativi anticorpi e non ammalarsi più.

Ciò significa però anche che durante l'infanzia si va incontro a raffreddori periodici, il che è utile e facilita la già menzionata immunizzazione. Non è possibile evitare le infezioni, anzi è addirittura sensato averne ogni tanto. Ciononostante puoi e dovresti adottare qualche misura per rafforzare le difese immunitarie dei tuoi figli. Non servono tuttavia a nulla i costosi integratori alimentari, le vitamine e le pastiglie. Hai la possibilità di farlo in maniera del tutto naturale e tranquillamente nel trambusto della vita quotidiana familiare! Abbiamo raccolto qui i principali consigli.

Consiglio 1: movimento e aria fresca

Un bambino dovrebbe uscire all'aria fresca in presenza di qualsiasi condizione atmosferica. Vale il seguente principio: più è verde l'ambiente circostante, meglio è. Stare all'aperto permette al corpo di produrre l'importante vitamina D grazie all'esposizione ai raggi solari. Non dimenticare però la protezione solare: ovviamente i bambini dovrebbero essere comunque tutelati da un'eccessiva esposizione ai raggi del sole. Se il tempo è bello, l'ideale sarebbe trascorrere almeno una-due ore al giorno all'aperto. Se il tempo è brutto, invece, i bambini piccoli non dovrebbero stare fuori più di un'ora. In presenza di temperature inferiori a - 10 °C è addirittura consigliabile al massimo una mezzoretta, che spesso è già sufficiente per scatenarsi e giocare. Quando rientrano in casa, i bambini sono felici. E la contentezza fa molto bene al sistema immunitario.

Un consiglio importante: se fa freddo, fai in modo che i piedi siano caldi e asciutti. In caso di piedi freddi e bagnati, nei bambini aumenta rapidamente il rischio di raffreddore. Se i piedi sono freddi, infatti, il naso e le relative mucose vengono irrorati meno bene. Di conseguenza, la mucosa si raffredda tanto da consentire ai virus di causare più facilmente un'infezione.

È importante muoversi a sufficienza. Correre all'aperto, arrampicarsi e scatenarsi: l'attività fisica aiuta a rafforzare il sistema immunitario. Lo sport è infatti il modo migliore per favorire la formazione delle cosiddette cellule killer dei virus. È dunque opportuno abituare i bambini a mettere in moto il proprio corpo quanto più possibile: incoraggiali a camminare oppure ad andare in bicicletta, a salire le scale invece di prendere l'ascensore, ad andare spesso al parco giochi o al campo di calcio e a diventare poi membri di un'associazione sportiva.

Consiglio 2: mangiare correttamente è importante per il sistema immunitario

Prendere ogni giorno della vitamina C? Non è necessario. L'alimentazione è alla base di tantissime cose, anche in fatto di salute. Chi mangia correttamente assume da sé tutte le vitamine fondamentali. Affinché possa difendersi dai virus, il corpo ha bisogno però anche di sufficiente energia sotto forma di tutte le principali sostanze nutritive. Inoltre, orari dei pasti regolari aiutano il tuo bambino ad assorbire abbastanza energia senza stressare il corpo. Un'alimentazione sana ed equilibrata contribuisce allo sviluppo di un sistema immunitario forte di tuo figlio: non dimenticare alcuna sostanza nutritiva (carboidrati, grassi e proteine) e bada altresì alle fibre provenienti dalla verdura. Anche lo yogurt naturale senza zuccheri aggiunti e i prodotti integrali fanno molto bene alla salute.

Soprattutto in inverno i genitori dovrebbero essere ancora più attenti e fare in modo che i bambini bevano molta acqua, succhi diluiti in acqua o tè. Il riscaldamento rende infatti l'aria di casa più secca. Le mucose dovrebbero però restare umide per essere soggette il meno possibile agli agenti patogeni.

Consiglio 3: dormire a sufficienza e ridurre lo stress

Lo stress indebolisce il corpo e le difese immunitarie. Inoltre, dormire a sufficienza è altrettanto importante per un sistema immunitario forte: durante il sonno, infatti, aumenta il numero delle cellule che combattono le infezioni. Il fabbisogno di sonno varia sì da bambino a bambino, ma esistono dei valori di riferimento ai quali puoi orientarti per capire quanto debba dormire tuo figlio. Idealmente all'età da uno a due anni un bambino dovrebbe dormire undici-dodici ore per notte. Il locale della nanna non dovrebbe avere una temperatura superiore ai 18 gradi.

E cos'altro si può fare per rafforzare il sistema immunitario? In inverno andrebbero sempre arieggiati bene i locali. Tenere le finestre aperte per cinque minuti più volte al giorno scaccia i virus da casa. E naturalmente è importante lavarsi spesso le mani, per almeno 20 secondi, se si è stati a contatto con tante altre persone. Così diminuisce il rischio di contagiare se stessi o il proprio figlio con virus da infezioni da contatto.

In caso di dubbi subito dal medico!

Tuo figlio soffre sempre di bronchite, presenta ripetutamente otiti medie o ha addirittura una polmonite? Vai dal medico. In questi casi le cause scatenanti vanno approfondite da uno specialista.

Foto: Getty Images

Più idee per la gioia del tuo bimbo

Cucù