Cura del bebè

Bebè e sole: come proteggere la pelle dalle scottature solari

La pelle dei neonati è molto sensibile ai raggi UV. Nel primo anno di vita il bebè dovrebbe rimanere all’ombra ed evitare i raggi diretti del sole.

Informazioni utili

Informazioni utili

L'essenziale in breve

  • Al bebè bastano pochi minuti al sole per bruciarsi. 
  • Attenzione: l'olio per neonati è privo di fattore solare e rende la pelle ancora più sensibile alla luce.
  • All'acquisto di occhiali da sole per bebè, occhio al sigillo di qualità CE! Il sigillo garantisce la protezione integrale dal sole.

Per i bambini è importante e salutare fare regolarmente movimento all'aria aperta. Per lo sviluppo delle ossa è assolutamente indispensabile la vitamina D, che viene prodotta dall'organismo grazie alla luce del sole. Passeggiando quotidianamente all'aperto c'è però il rischio di bruciarsi. La pelle dei neonati è assai più sensibile di quella degli adulti. Infatti lo strato corneo è di molte volte più sottile e ancora privo del fisiologico ispessimento cutaneo che funge da protezione naturale contro i raggi solari. Nei bambini piccoli la pelle non è ancora in grado di produrre pigmenti a sufficienza per proteggersi efficacemente dal sole.

Rispetto agli adulti, i bambini trascorrono più tempo all'aperto. Si calcola che fino all'80% dell'esposizione al sole di tutta la vita avviene durante l'infanzia. Secondo i medici pediatri, il cosiddetto tempo di autoprotezione della pelle del bebè è di soli due-sette minuti. Esponendo quindi il bambino al sole anche solo brevemente, potrebbe scottarsi in meno di dieci minuti. Per i piccoli le scottature solari sono pericolose quanto un’ustione e possono addirittura provocare la febbre. Per questo motivo, e poiché anche all'ombra la forza del sole si riduce solo della metà, soltanto una protezione solare totale può garantire una buona protezione. Ecco i nostri preziosi consigli.

Consigli per un’esposizione responsabile al sole

  • Evita il sole di mezzogiorno e vai a spasso possibilmente durante le ore fresche del mattino o della sera. Del resto questo è meglio anche per la mamma o il papà.
  • Proteggi la carrozzina con un parasole, o un ombrellino. Bada bene che la protezione solare sia provvista di filtro UV. Gli ombrellini comuni lasciano infatti passare gran parte dei raggi UV.
  • Pensa anche a proteggere i finestrini dell'auto.
  • Vesti se possibile il tuo bebè con un body a maniche lunghe e pantaloni lunghi e leggeri e fagli indossare assolutamente anche un cappellino. Molti cappellini per bambini hanno anche una protezione per la nuca.
  • All'aperto applica sempre una crema solare con fattore minimo di protezione 30 e micropigmenti. Per i neonati e i bambini piccoli esistono sul mercato prodotti appositi e ben tollerati. La crema va applicata sempre per tempo. Alcuni schermi totali hanno bisogno di almeno 30 minuti prima di essere efficaci.
  • Utilizza l’olio per bebè solo con parsimonia in quanto tende a rendere la pelle ancora più sensibile al sole.
  • Dopo il bagno, asciuga il bambino subito e bene e applica nuovamente la crema solare. Le goccioline di acqua sulla pelle agiscono come una lente focale.

La giusta crema solare per la pelle dei bebè

Quando scegli una crema solare per il tuo tesoro, hai due possibilità: i solari minerali (fisici) o i solari chimici. La crema solare con filtro minerale forma uno strato riflettente sulla pelle, che rimanda i raggi del sole come uno specchio. Questo prodotto agisce sulla superficie della pelle. Nelle creme solari con filtro chimico, invisibile sulla pelle, i raggi UV vengono trasformati in energia termica. I solari chimici agiscono solo dopo un'ora dall'applicazione, mentre quelli fisici vantano un'azione immediata. Il fatto che le creme minerali non penetrino nella pelle non è per forza uno svantaggio. Anzi, consentono di vedere più facilmente dove la crema non è stata applicata. Se utilizzate correttamente, ambedue le varianti garantiscono una buona protezione contro i raggi UV.

Di cosa tenere conto per gli occhiali da sole

Anche gli occhi vanno protetti dal sole in quanto il cristallino non ha ancora raggiunto la piena maturazione ed è molto sensibile. Quando si acquistano occhiali da sole per bambini, bisognerebbe scegliere modelli con la miglior protezione possibile. Gli occhiali con protezione UV garantita sono un must. Scegli modelli che possano filtrare in modo ottimale i raggi dannosi. Gli occhiali dovrebbero essere in grado di bloccare il 99% dei pericolosi raggi ultravioletti (UV). A garantire il fattore di protezione e la qualità degli occhiali vi è tra l'altro il marchio CE, che deve figurare su tutti gli occhiali in Europa. Il marchio è stampato all'interno delle stanghette e indica che il modello soddisfa gli standard europei. È sconsigliato acquistare occhiali senza il marchio CE.

Come prevenire le scottature solari

Se nonostante tutte le precauzioni il bambino si è scottato, per prima cosa bisogna raffreddare la parte colpita! Per la pelle arrossata si addicono gli impacchi freddi di camomilla o tè verde, yogurt o quark. Anche le creme idratanti o i gel favoriscono il processo di guargione. Fai però attenzione che i prodotti siano adatti ai bambini.  
Ricorda inoltre che in caso di scottature solari il corpo perde molti liquidi. Assicurati quindi che il bambino beva molto.

Prodotti raccomandati per te:

Foto: Getty Images

Più idee per la gioia del tuo bimbo

Cucù