Cura del bebè

Pannolini di stoffa «Bambino Mio»: cambiare il bambino è facile

Con «Bambino Mio» la Migros introduce nel proprio assortimento i pannolini di stoffa rispondendo così a una tendenza in crescita.

Informazioni utili

Testo: Monica Müller

Parole chiave

Bambino piccolo Bebè

Informazioni utili

Testo: Monica Müller

Parole chiave

Bambino piccolo Bebè

I pannolini di stoffa per uno stile di vita sostenibile

La maggior parte dei bambini piccoli porta il pannolino fino a due o tre anni. Fino allo svezzamento dal pannolino, ne vengono usati fino a 6000. Una quantità equivalente a una tonnellata di rifiuti. Secondo alcune stime, circa il 10% dei rifiuti domestici sarebbe così costituito da pannolini sporchi. 
Sempre più genitori auspicano uno stile di vita più rispettoso dell'ambiente e alcuni di loro optano quindi per i pannolini di stoffa. Questa tendenza si delinea in tutta la Svizzera. L'ha notata anche Rosemarie Dütschler, che da otto anni porta avanti in Svizzera l'attività del negozio di pannolini di stoffa «Windelzeit». Quando nel 2011 Rosemarie, tedesca di nascita, è diventata mamma fu invogliata da alcune amiche a provare i pannolini di stoffa. Dato però che in Svizzera erano introvabili, li ordinò in Germania. La signora Dütschler se ne convinse rapidamente: «I pannolini di stoffa sono migliori per l'ambiente, la pelle del bebè e il portafoglio.»

I pro e i contro dei pannolini di stoffa

I pannolini di stoffa riducono in ogni caso la montagna di rifiuti. Resta però controverso se siano davvero migliori per l'ambiente. Ciò dipende infatti da come vengono usati. Influisce in parte il modo in cui vengono lavati, ovvero in una lavatrice carica e non da soli, e come vengono asciugati, cioè sullo stendino o nell'asciugatrice. Ha pure un certo peso se vengono usati da un unico bebè o riutilizzati per più fratelli. Anche in fatto di delicatezza sulla pelle non ci sono chiari vantaggi. I pannolini di stoffa sono fabbricati con materiali naturali e sono più traspiranti dei pannolini usa e getta. Per contro sono meno assorbenti.

I pannolini di stoffa sono più convenienti

Quanto al prezzo invece la faccenda è chiara: spalmato su tutti gli anni in cui il bambino li porta, il costo dei pannolini di stoffa è inferiore. Un pannolino di stoffa costa circa 35 franchi. Per l'intera fase in cui il bambino li porta, ne occorrono circa 20, per un costo complessivo di circa 700 franchi. I pannolini usa e getta costano tra i 20 e i 40 centesimi al pezzo. Fino al momento di togliere il pannolino dunque, una famiglia spende in media 1800 franchi per i pannolini usa e getta. 

«Bambino Mio» nell'assortimento Migros

I pannolini «Bambino Mio» sono i cosiddetti «pannolini tutto in uno», simili a quelli usa e getta sia nell'aspetto che nell'utilizzo. Al cambio del pannolino l'inserto assorbente in tessuto non tessuto biodegradabile viene gettato nella spazzatura, mentre il panno di stoffa finisce nella cesta della biancheria. «Grazie a questi pannolini rispondiamo a una domanda crescente», afferma Mirjam Koller, che si occupa dell'assortimento per bebè della Migros. In particolare durante il coronavirus, c'è stata grande richiesta. Inoltre la Migros desidera offrire alla sua clientela delle alternative. Alcuni genitori preferiscono i pannolini usa e getta, altri quelli di stoffa. Gli uni, comunque, non escludono gli altri: alcuni genitori, ad esempio, a casa utilizzano il pannolino di stoffa ma quando escono o viaggiano ricorrono a quelli usa e getta.

Foto: Bambino Mio

Più idee per la gioia del tuo bimbo

Gugus