Consiglio per il bebè

Pisolino pomeridiano? Non ne ho bisogno! Tutto quello che devi sapere sul sonno del tuo bambino

Prima o poi, nel corso del terzo anno di età, finisce spesso l'era del sonnellino di metà giornata. Ma fino a quando il bambino ha effettivamente bisogno del pisolino pomeridiano? Non esiste una risposta che valga per tutti. Il bisogno di sonno varia da bambino a bambino. Ecco quello che devi sapere e qualche consiglio per trovare un po' di pace durante il giorno, anche in assenza del pisolino pomeridiano di tuo figlio.

Informazioni utili

Parole chiave

Bambino piccolo

Informazioni utili

Parole chiave

Bambino piccolo

L'essenziale in breve

  • Ogni bambino ha il suo bisogno di sonno individuale. Varia anche l'età in cui un bambino non vuole più fare il pisolino pomeridiano.
  • Riposare anziché dormire: le fasi di riposo ritualizzate sostituiscono il pisolino pomeridiano e aiutano il bambino a fare il pieno di nuova energia.
  • Orari regolari per andare a letto aiutano il bambino a disabituarsi e fanno bene anche ai genitori.

Era una vera e propria benedizione per mamma e papà: ogni giorno, regolarmente dopo pranzo, il piccolo dormiva quasi due ore. I genitori potevano finalmente respirare e svolgere delle cose che altrimenti dovevano di continuo essere interrotte. Spesso, però, a quasi tre anni i bambini smettono di dormire il pomeriggio: il loro bisogno di sonno, infatti, diminuisce con il progredire dell'età. A due anni i bambini necessitano in media di circa 12-13 ore di sonno nel corso della giornata. A tre o quattro anni, le ore di sonno di cui hanno bisogno si riducono di frequente a sole 11-12. Differenze fino a due ore non sono niente di straordinario. Naturalmente, la maggior parte del tempo dedicato al sonno, se addirittura non tutto, riguarda la notte.

Se il bambino di sera non si addormenta più...

Un bambino decide autonomamente da quando non vuole più fare il pisolino pomeridiano. Non si dovrebbe in alcun caso forzarlo. La costrizione non funziona e causa solo conflitti inutili. Al contrario, se il tuo bambino di sera si stanca solo molto tardi oppure non vuole proprio saperne di addormentarsi, esiste la possibilità di accorciare il pisolino pomeridiano o addirittura di evitarlo del tutto affinché il piccolo dorma profondamente di notte per un numero sufficiente di ore.

Alcuni bambini smettono già a due anni di fare regolarmente il pisolino pomeridiano, altri invece continuano con il sonnellino anche a tre anni. Tuttavia, la maggior parte dei piccoli in questa fascia di età desidera e ha assolutamente ancora bisogno di una fase di riposo dopo pranzo o di pomeriggio per elaborare le emozioni del mattino e per fare il pieno di nuova energia per le ore a seguire.

I rituali aiutano a riposare

I genitori possono e dovrebbero aiutare i propri figli a trovare e osservare questi momenti di tranquillità. Spesso i rituali sono davvero utili, perché in presenza di segnali ricorrenti i bambini sanno a che cosa attenersi. Anche un determinato luogo, dove si recano per riposare per un po' dopo pranzo, può quindi essere un segnale affinché i bambini sappiano che è arrivato il momento di fermarsi. Per esempio potrebbero sedersi o stendersi sullo stesso cuscino o sullo stesso divano. In questi momenti sono apprezzati i tranquilli audiolibri che i bambini possono ascoltare attentamente per una mezz'ora. L'audiolibro può anche essere sostituito da un libro illustrato che il bambino guarda da solo in tutta tranquillità. L'essenziale è che l'attività mentale e fisica del bambino si riduca per lasciar posto a una pausa nonostante l'assenza del sonnellino.
 
Di sera i genitori dovrebbero definire un orario per andare a letto ragionevole e adeguato all'età del loro bambino. Naturalmente non si deve spaccare il minuto, ma orari fissi hanno vantaggi sia per il piccolo che per i genitori, perché anche questi ultimi si sono meritati la loro serata libera e devono potersi rilassare. Di sera, dunque, non dovrebbero esserci ogni volta grandi discussioni. In tal caso la coerenza è la miglior scelta: ognuno sa infatti che cosa deve fare. Chiaramente di sabato, nel giorno del compleanno o durante le vacanze mamma e papà possono per una volta chiudere un occhio e permettere ai bambini, in via eccezionale, di scorrazzare un'ora in più per il salotto.

Il bisogno di sonno medio dei bambini

Età

Bisogno di sonno
(medio, 
ogni 24 ore)

Sonno diurno

0-3 mesi

16-18 ore

Distribuito in egual misura durante il giorno/la notte

3 mesi

14,5 ore

Aumento del sonno notturno/Diminuzione del sonno diurno

6-9 mesi

14,2 ore

Inizio del sonno ininterrotto per 6-8 ore

12 mesi

14 ore

2 e più sonnellini diurni

18 mesi

13,5 ore

1 sonnellino diurno (96% dei bambini)

2 anni

13 ore

1 sonnellino diurno (87% dei bambini)

3 anni

12,5 ore

1 sonnellino diurno (50% dei bambini)

3-5 anni

Fine del pisolino pomeridiano

4 anni

11,8 ore

1 sonnellino diurno (35% dei bambini)

Fonte: Oskar G. Jenni, Ivo Iglowstein, C. Benz, Remo H. Largo: Perzentilenkurven für die Schlafdauer in den ersten 16 Lebensjahren. pädiat. prax. 63 481-489 (2003) Hans Marseille Verlag. Monaco di Baviera.

Panoramica delle fasi di riposo: come tenere un diario del sonno

Il tuo bambino continua ad avere problemi per addormentarsi la sera? Non vuole assolutamente andare a letto? Oppure si sveglia continuamente prima delle sei del mattino? O semplicemente non sei sicuro di quante ore di sonno abbia in effetti bisogno adesso il tuo bambino? Allora potresti tenere un cosiddetto diario del sonno di tuo figlio. Annota per più settimane quando e quanto dorme il tuo bambino. Non costringere il tuo piccolo in un programma preconfezionato del sonno, ma adegua gli orari in base alle tue osservazioni. Se hai constatato che necessita di meno sonno rispetto a sei mesi fa, potresti posticipare di poco l'orario della nanna notturna oppure accorciare il pisolino pomeridiano o addirittura evitarlo del tutto.

Foto: Getty Images

Altre idee della redazione Famigros:

Consiglio