Consiglio per il bebè

A gattoni per il mondo senza rischi

Quando i bambini imparano a gattonare ci sono alcune cose a cui si deve prestare attenzione. Abbiamo raccolto per te i consigli più importanti sulla sicurezza, grazie ai quali nulla sarà più di ostacolo al divertimento del piccolo che compie i primi passi "a quattro zampe".

Pro Juventute
Caricamento dell’immagine

Pro Juventute consulenza per genitori

Il nostro partner specializzato per questo tema è il servizio gratuito di consulenza per genitori della Pro Juventute.

Informazioni utili

Pro Juventute
Caricamento dell’immagine

Pro Juventute consulenza per genitori

Il nostro partner specializzato per questo tema è il servizio gratuito di consulenza per genitori della Pro Juventute.

Informazioni utili

L'essenziale in breve

  • Abbassati al livello del bambino che gattona e ispeziona ogni locale, osservandolo dalla sua prospettiva. In questo modo riconoscerai le fonti di pericolo.
  • Non devi ostacolare e limitare i giri di perlustrazione del tuo bambino, ma devi piuttosto rendere sicura la tua casa per lui. In commercio trovi dei pratici strumenti che ti possono essere di aiuto: dalle griglie di protezione per le porte ai dispositivi di sicurezza per coprire le prese della corrente.
  • Gattonare è importante per lo sviluppo del bambino: favorisce infatti la coordinazione dei due emisferi cerebrali.

All'improvviso giunge il momento in cui il tuo bambino inizia a gattonare. Di questa sua nuova conquista non sono felici solo i genitori. Anche il bambino intraprende con piacere le sue grandi o piccole perlustrazioni attraverso l'ambiente che lo circonda. Per poterti godere tali momenti senza perdere la calma, dovresti prendere alcune misure precauzionali.

La cosa migliore è cercare di osservare l'ambiente dalla prospettiva del tuo bambino. Ispeziona ogni locale in cui si aggirerà il piccolo. Che cosa potrebbe costituire un pericolo per lui mentre gattona? Ti accorgerai che i rischi sono molti. Ma non c'è ragione di preoccuparsi. Bastano infatti alcuni interventi mirati per rendere la tua casa sicura per i "gattonatori".

Potenziali fonti di pericolo per il tuo bambino

Tutto ciò che potrebbe cadere: colloca gli oggetti fragili come le stoviglie e i vasi in luoghi inaccessibili per il tuo bambino. I contenitori con liquidi bollenti, tossici o con un contenuto pericoloso devono essere fuori dalla portata del bambino. Attenzione con i tavoli e le tovaglie! Fai in modo che il tuo bambino non possa afferrare i lembi della tovaglia oppure, per ragioni di sicurezza, rinuncia del tutto alle tovaglie.

Tutto ciò che può provocare cadute: scale, gradini, pozzi, uscite, devono essere messi in sicurezza se il bambino è in grado di raggiungerli. In commercio trovi griglie di sicurezza adatte per le porte e le scale. Il principio da seguire in questo caso è: assicurare e mostrare! Permetti al tuo bambino di affrontare i gradini e sorveglialo durante i suoi primi tentativi.

Tutto ciò che è velenoso: anche se sono belle a vedersi, alcune piante sono velenose. Anche con le idrocolture si deve fare attenzione: le palline di argilla espansa non solo costituiscono un bel giocattolo per il bambino ma invitano anche ad essere messe in bocca. Per la stessa ragione i genitori che hanno un giardino dovrebbero rinunciare per qualche tempo ai fertilizzanti e agli antiparassitari come i granuli antilumache.

Tutto ciò che si può rovesciare: uno scaffale pieno di libri, un comò con cassetti, una scarpiera ecc. Fissa tutti i mobili in modo tale che non si possano ribaltare se il bambino cercasse di arrampicarsi su di essi. È semplicissimo: la libreria ad esempio si fissa al muro e si stabilizza utilizzando una piastrina angolare di metallo. I mobili che si trovano uno accanto all'altro si possono fissare invece con dei tasselli che ne garantiscono una maggiore stabilità. 

Tutto ciò che è elettrico: i bambini piccoli trovano particolarmente interessanti le prese della corrente e non possono fare a meno di infilare le dita o altri oggetti nei «buchi nella parete». Non è però un problema: il pericolo si neutralizza con una speciale protezione di sicurezza per prese elettriche. Il dispositivo di protezione si infila semplicemente nella presa. Protegge dalla scossa, mentre la presa rimane utilizzabile. Tali dispositivi per la sicurezza dei bambini si possono acquistare in ogni supermercato o negozio specializzato. 

Tutto ciò che si può infilare in bocca, nel naso o nelle orecchie. Lo sai bene anche tu: i bambini piccoli mettono in bocca tutto quello che trovano e fanno sparire nel naso e nelle orecchie le cose più strane. Per tale ragione tutti gli oggetti di piccole dimensioni lasciati in giro costituiscono una fonte di pericolo: arachidi, bottoni, monete, gioielli ecc. Esamina con attenzione ogni locale fin nei minimi particolari. A proposito, lo sapevi che le arachidi non sono adatte per i bambini di età inferiore ai cinque anni? Gli oggetti di piccole dimensioni possono finire inavvertitamente nelle vie respiratorie otturandole. Anche le ciotole con il cibo per gli animali domestici e la lettiera del gatto vanno collocate lontano dalla portata di gattonaggio del piccolo.

Cosa fare se il tuo bambino ha ingerito inavvertitamente un corpo estraneo

Niente paura: gli oggetti di piccole dimensioni passano in genere senza problemi attraverso l'apparato digerente del bambino. Dovrai però rivolgerti a un medico o al pronto soccorso se il bambino ha ingerito ad esempio una batteria a bottone che può causare lesioni allo stomaco o all'intestino. Se il tuo bambino all'improvviso mostra sintomi come tosse, difficoltà respiratorie, affanno, stretta alla gola o labbra bluastre, chiama subito il 144 del pronto soccorso. È possibile che un corpo estraneo si sia bloccato nell'esofago del piccolo. Cerca di aiutare il bambino ad espellere l'oggetto tossendo. Non provare però assolutamente ad estrarlo con le dita dalla sua gola. Se desideri affrontare eventuali situazioni di emergenza con maggiore sicurezza, ti consigliamo di frequentare un corso di pronto soccorso per bambini piccoli.

Gattonando si allena il cervello

Come vedi, adottando alcune misure precauzionali puoi permettere al tuo bambino di scoprire un mondo sempre più grande. I giri di perlustrazione gattonando sono anche un ottimo allenamento per il cervello del tuo bambino: tramite il movimento alternato delle braccia e delle gambe viene stimolata e condizionata la coordinazione dei due emisferi cerebrali.

Recinto per bambini: pratico accessorio o strumento di reclusione?

Il tema recinto per bambini è spesso causa di discussioni. Alcuni genitori sono del parere che tali recinti ostacolino lo sviluppo dei bambini. Per altri invece il loro utilizzo offre solo vantaggi. Secondo gli esperti non ci sono ragioni a favore o contrarie ai recinti per bambini. L'importante è solo che il recinto non venga utilizzato come strumento di punizione e che al momento dell'acquisto si faccia attenzione che il recinto disponga di un marchio di qualità o che la sua qualità sia stata testata.

Ti consigliamo:

Nel caricamento dei prodotti si è verificato un errore.

Foto: Getty Images

Più idee per la gioia del tuo bimbo

Cucù