Corredo del bebè

Piccoli passi

Informazioni utili

Orgogliosi dei primi passi del vostro piccino, ora vi chiedete di quali scarpine abbia bisogno.

Il bambino piccolo può imparare a camminare con i calzini antiscivolo, con delle morbide scarpine in pelle o con le pantofole. Il suo piedino non ha bisogno di sostegno, anzi, senza costrizioni né carichi che gravano sui piedi, il bimbo riesce a trovare più facilmente l’equilibrio. Motivo per cui le prime scarpine dovrebbero essere di pelle morbida, senza una suola rigida. Non appena cammina sicuro e mostra di volersi spostare anche all’esterno, s’impongono tuttavia delle calzature più solide, senza però tralasciare la morbidezza dei materiali e la leggerezza. Affinché il piede possa svolgere il movimento d’appoggio in maniera corretta, la suola deve potersi piegare senza troppa fatica. Per i bambini che stanno già ben stabili sulle loro gambe si raccomanda un tallone rinforzato. E allorché il piccolo esploratore passerà al triciclo a spinta, anche un ulteriore rinforzo della punta può costituire un vantaggio.

Consigli sulle scarpe per bebè

Rapida crescita

I piedini dei bambini crescono più in fretta di quanto s’immagini: in 8-12 settimane, il piede del vostro bimbo può ingrandirsi di un numero. Ed è il motivo per cui molti bambini si ritrovano a camminare entro scarpe troppo piccole. State all’erta: le ossa dei piedi dei bambini sono morbide e si deformano facilmente. Inoltre sono anche relativamente insensibili al dolore generato da eventuali pressioni, tanto che nel provare le scarpe non sempre il bambino si accorge immediatamente che non vanno bene.

Tabella dei numeri

Il numero della scarpa si definisce in base alla lunghezza del piede. La progressione non ha tuttavia luogo parallelamente alle dimensioni in cm. Nel primo anno di vita, la maggior parte dei bambini calza scarpe numero 19-21. A due anni si passa al 22-24. Per misurare esattamente il numero, nei negozi di scarpe è possibile disporre di un apposito misuratore a scorrimento. Avete altresì la possibilità di realizzare la sagoma del piedino di vostro figlio a casa con un cartone. La regola consiste nell’acquistare le nuove scarpe di 10-12 mm più lunghe. Oltre alla lunghezza del piede, occorre tener conto anche della larghezza e dell’altezza del collo del piede per capire se una scarpa calza più o meno comoda. Per quanto riguarda le scarpe aperte, le dita non devono fuoriuscire dall’apertura anteriore. Durante la prova, il bimbo dovrebbe stare in piedi e fare alcuni passi con le nuove calzature.

Quante scarpe!

In estate un bimbo piccolo ha bisogno di un paio di sandali comodi, eventualmente di un paio di scarpe da ginnastica o scarpine da bagno e di un paio di stivali di gomma, indicati per tutte le stagioni. In primavera e in autunno, si consigliano un paio di calzature sportive di altezza media (particolarmente apprezzati i modelli con chiusura in velcro) e in inverno un paio di stivali imbottiti di materiale impermeabile. Nonostante questo arsenale di calzature, non bisogna tralasciare di far camminare scalzo il bambini, in quanto rinforza i muscoli e si diverte!

Foto: Getty Images

Più idee per la gioia del tuo bimbo

Cucù