Cura dei bebè

Tutto sul cambio del pannolino

All'inizio cambiare il pannolino è una piccola impresa. Ti mostriamo come fare e come procedere per renderlo il più confortevole possibile per il tuo bebè.

Informazioni utili

Informazioni utili

L'essenziale in breve:

  • Dopo la defecazione il pannolino andrebbe cambiato subito. Soprattutto con i neonati, per evitare le irritazioni cutanee non usare saponi. Basta l'acqua!
  • Lasciar sgambettare il bebè più volte al giorno senza pannolino ha effetti positivi sulla pelle del sederino. 
  • Un fasciatoio come si deve è importante: delle spondine rialzate garantiscono sicurezza, l'altezza giusta fa evitare ai genitori il mal di schiena. Fai in modo che pannolini, pomate e salviette siano ben raggiungibili. 
     
Questo prodotto non è attualmente disponibile

Questo prodotto non è attualmente disponibile

Nel primo mese di vita tuo figlio può fare fino a otto volte al giorno la faccenda "grossa" nel pannolino. E urinare quasi ogni ora. Secondo l'American Academy of Pediatrics non è però tassativamente necessario cambiare il pannolino non appena il bebè urina. Ma per evitare irritazioni cutanee dovresti farlo immediatamente dopo ogni defecazione.

5 consigli sul cambio del pannolino

1.) Libertà nei movimenti    

Affinché il tuo bebè abbia la giusta libertà nei movimenti, fai attenzione a che il pannolino non sia troppo grande o troppo piccolo.

2.) Contatto con l'aria   

La pelle del bebè si irrita meno velocemente se sta molto a contatto con l'aria. Allora fai asciugare un momento il sederino all'aria fresca e lascia spesso che il bebè sgambetti senza pannolino.

3.) Senza sapone   

L'area del pannolino non va lavata troppo spesso e non vanno usati saponi. Il sapone può infatti essere aggressivo sulla pelle. 

4.) Salviettine detergenti   

Per quando si è fuori casa le salviettine detergenti sono l'ideale, ma non con tutti i bebè sono indicate per un uso continuato. Le sostanze che contengono possono infatti irritare la pelle. 

5.) Non lasciare mai incustodito il bambino   

Tieni pronto tutto l'occorrente per il cambio del pannolino e non lasciare mai incustodito il bambino sul fasciatoio.

Piacevoli distrazioni

Questo prodotto non è attualmente disponibile

Questo prodotto non è attualmente disponibile

Una volta montato il fasciatoio, si tratta di sistemare i dettagli. Con un tenero gioco da afferrare renderai più piacevole al tuo bambino il momento del cambio pannolino. Un simile giocattolo assicura che il tuo piccolo abbia sempre qualcosa di interessante da osservare. Mobili colorati e peluche aiutano di certo. 

Che fare se il sederino è arrossato?

La miglior difesa contro un sederino arrossato è cambiare spesso il pannolino. Soprattutto dopo la defecazione, che può irritare velocemente la pelle, si dovrebbe cambiare immediatamente il pannolino al bebè. 
Se si presentano comunque arrossamenti, metti un po' di pomata cicatrizzante sui punti interessati. Però lascia regolarmente anche sgambettare il tuo bambino senza pannolino. L'aria fresca previene gli arrossamenti. 
Nonostante tutte le tue attenzioni, può comunque capitare che al tuo bebè venga una dermatite da pannolino. Essa si manifesta con la comparsa di forme di irritazione come pelle arrossata e gonfia, formazione di vescicole, essudazioni, formazione di crosticine e desquamazioni sul sederino. Anche qui vale la regola: cambia spesso il pannolino e lascia il tuo bebè sgambettare senza di esso. Anche le pomate con additivi antinfiammatori e antimicrobici hanno nella maggior parte dei casi l'effetto di guarire in pochi giorni la dermatite da pannolino.

Stitichezza nei bambini non allattati al seno

I bambini allattati al seno e in buona salute evacuano con varia frequenza. Dopo la nascita, in un primo periodo riempono il pannolino più volte al giorno, in pratica quasi ad ogni pasto. Col tempo, la successiva defecazione può anche farsi attendere qualche giorno senza che si crei una costipazione. I bambini che invece vengono nutriti col biberon digeriscono il latte diversamente. Di norma un bambino allattato artificialmente defecherà una volta al giorno. Se ti sembra che tuo figlio non si senta bene e che la defecazione si faccia attendere inusualmente a lungo, è consigliabile consultare una consulente materna o un pediatra. 

Sicurezza

Più il tuo bebè diventa grande, più si muove. Non perderlo mai di vista quando è sul fasciatoio. Tutti i prodotti necessari al cambio del pannolino vanno tenuti pronti già prima di cominciare l'operazione, preferibilmente al di fuori della portata del bambino. Soprattutto prodotti trattanti e polveri non vanno assolutamente tenuti accanto al bambino, perché c'è il pericolo che tuo figlio li metta in bocca. 

La giusta presa 

Se tuo figlio è disteso comodo e sicuro sul fasciatoio, la procedura di cambio si può svolgere con la massima efficienza e il massimo agio. È importante cambiare il pannolino in modo dolce per le anche del bebè. Per farlo si prende con una mano la coscia opposta del bebè. L'altra sua gamba viene così a poggiare sulbraccio. Ora si può pulire il sederino con la parte pulita del vecchio pannolino che adesso si può ripiegare e gettare. Quindi si deterge il sederino con una lavetta umida.

Pannolini lavabili di stoffa: pro e contro

Questo prodotto non è attualmente disponibile

Questo prodotto non è attualmente disponibile

I pannolini lavabili non convincono solo i genitori ecologisti: i circa 6000 pannolini di cui mediamente un bambino necessita comportano infatti anche una bella spesa. Con i 30 pannolini lavabili che si consigliano come dotazione di base fino allo spannolinamento potrai risparmiare denaro. 

Per l'utilizzo dei pannolini lavabili si segue uno schema fisso: nel pannolino si inserisce un velo in tessuto non tessuto che consente la rimozione igienica delle feci. Il resto si lava in lavatrice. I pannolini lavabili sono disponibili in diversi colori e materiali. Caratteristica molto pratica: i pannolini lavabili sono a taglia unica e regolabili. Tramite dei bottoncini i genitori possono aumentarne o diminuirne la misura.   

Un loro svantaggio è però che vanno cambiati più spesso perché sono meno assorbenti. Inoltre fuori casa sono piuttosto scomodi da cambiare. 

Borsa fasciatoio: ecco cosa deve contenere

Questo prodotto non è attualmente disponibile

Questo prodotto non è attualmente disponibile

La borsa fasciatoio diverrà di certo un importante compagna di viaggio per le gite con il tuo bebè. Per questo deve non solo piacerti ma anche essere la più pratica possibile. Ecco quello che non può mai mancare nella tua borsa fasciatoio:

  • pannolini
  • salviettine umide
  • stuoietta-fasciatoio
  • sacchetti di plastica per i pannolini usati
  • vestiario di ricambio per il bebè
  • bottiglia d'acqua
  • giocattolino
  • succhietto di riserva
  • cerotti e pomate/creme

I prodotti che ti consigliamo:

Nel caricamento dei prodotti si è verificato un errore.

Foto: Getty Images

Più idee per la gioia del tuo bimbo

Cucù