Cura dei bebè

Cura delicata per i capelli e le unghie del tuo bebè

Informazioni utili

La maggior parte dei bebè non ama lavare i capelli. Anche tagliare le unghie può mettere la pazienza a dura prova. Alcuni consigli e prodotti speciali per bebè facilitano la cura.

Quando i bambini nascono, i loro capelli sono molto fini e le unghie sono morbide. Molti genitori alle prime armi si stupiscono sulla velocità in cui le unghie e i capelli del loro bebè crescono e si rafforzano. La cura corretta dal primo giorno è importante.

Alcuni neonati nascono con tanti capelli, mentre altri hanno soltanto un po’ di peluria sulla testa. Solitamente, dopo alcuni mesi, i primi capelli dei bebè cadono lasciando posto a capelli più spessi.
Per i capelli dei bambini piccoli vale la stessa regola come per la tua pelle: un lavaggio frequente non è necessario. Utilizza uno shampoo per bebè particolarmente delicato. Mettine un po’ su una spugna o una lavette bagnata ed effettua dei movimenti circolari sulla testolina del bebè. Quando risciacqui fai attenzione a che la temperatura dell’acqua sia piacevole.

Per pettinare i capelli è indicata una spazzola morbida per bebè. Al bebè piace se gli massaggi delicatamente la testa. In tal modo stimoli l’irrorazione sanguigna e puoi prevenire la crosta lattea.

Consigli per lavare i capelli in tutta tranquillità

Molti bebè e bambini piccoli non sopportano quando laviamo loro i capelli. La sola vista dello shampoo o della doccetta che si avvicina scatena talvolta scene di protesta. Con un paio di consigli puoi rendere più piacevole per tutti il lavaggio dei capelli.

  • Insieme è più divertente: entra anche tu nella vasca da bagno e fatti lavare i capelli dal tuo bambino. Dopo è il turno della bambola (impermeabile) e infine del tuo bambino. Proteggigli gli occhi con una lavette.
  • Distrarre aiuta: canta una canzone sotto la doccia oppure gioca a “Vedo qualcosa che tu non vedi”. Durante il gioco il bambino guarda il soffitto in modo che l’acqua non finisca negli occhi.
  • Indossare una maschera subacquea: gli occhialini da nuoto o una maschera subacquea proteggono gli occhi dall’acqua e dallo shampoo. In questo modo la testa può essere risciacquata senza problemi. Se il tuo bambino riesce già a trattenere il fiato e gli piace andare sott’acqua, può immergersi completamente e lo shampoo si eliminerà automaticamente.

Durante i primi tre mesi di vita alcuni bebè presentano squame giallognole sul cuoio capelluto. Si tratta della crosta lattea o della dermatite seborroica e spesso è difficile distinguerle. La dermatite seborroica non provoca prurito, è piuttosto morbida e si limita al cuoio capelluto. La crosta lattea provoca invece prurito e può estendersi dal cuoio capelluto fino alle guance.

Fondamentalmente non è necessario rimuovere le squame. Molti genitori desiderano tuttavia togliere le crosticine per motivi estetici. Solitamente le squame si staccano massaggiando delicatamente con un po’ di vaselina. In seguito i capelli possono essere lavati con uno shampoo delicato. Oppure la sera applichi un po’ di olio per bebè o olio di madorla e il mattino successivo rimuovi prudentemente le squame con una spazzola per bebè.

Il momento in cui i capelli del bebè devono essere tagliati per la prima volta dipende innanzitutto dalla lunghezza della chioma e non dall’età. Se i capelli cascano sul viso, devono essere tagliati. Affinché il taglio riesca bene, è consigliabile che se ne occupi un professionista.

All’inizio le unghie delle mani e dei piedi sono quasi trasparenti e morbide. Nelle prime quattro settimane non devono ancora essere tagliate poiché si spezzano da sole. È tuttavia consigliabile massaggiare quotidianamente le unghie con un olio vegetale per non renderle affilate e per mantenerle morbide. In questo modo si staccano più facilmente.

Quando le unghie delle mani e dei piedi sono sufficientemente dure, devono essere tagliate regolarmente. Altrimenti il tuo bambino potrebbe ferirsi. Utilizza a tale scopo delle forbicine per bebè facendo un taglio diritto. Se le arrotondi troppo sui lati, sussiste il pericolo che si incarnino nel letto ungueale.

Dato che praticamente nessun bebè sta tranquillo mentre gli tagliamo le unghie, è richiesta un po’ di astuzia: tagliale mentre fa il sonnellino, ad esempio nel passeggino o nel seggiolino per l’auto. Oppure, armata di una torcia frontale, ti intrufoli di notte nella sua stanza...

Foto: Getty Images

Scopri di più sui nove mesi col pancione

Consiglio