Igiene orale per i bambini

Consigli degli esperti per una perfetta igiene orale dei bambini

Il dottor Christian Bühler è dentista diplomato presso gleis10.ch
Caricamento dell’immagine

Dr. med. dent. Christian Bühler

Dentista diplomato presso gleis10.ch

Informazioni utili

Denti esteticamente belli sono denti curati. Il dentista Christian Bühler ci spiega quali sono gli strumenti ideali e perché vale la pena di curare anche la pulizia dei denti da latte. Risponderà inoltre alle principali domande sul tema della cura dei denti.

Il dente da latte di mia figlia dondola, ma non si stacca del tutto da parecchi giorni. Può suggerirmi un metodo per accelerare la cosa nel modo meno doloroso possibile?

I denti permanenti crescono sotto ai denti da latte e si fanno strada distaccando le radici dei loro predecessori, finché questi ultimi finiscono per cadere da soli. Questo processo avviene in modo del tutto naturale e di solito non necessita di «aiuti extra». Molti bimbi, giocando con la lingua o il dito con il dente che dondola, finiscono per accelerarne la caduta. In nessun caso, tuttavia, i genitori devono intervenire. Se il dente da latte non dondola neppure – ad esempio, nel caso in cui il dente permanente stia crescendo accanto o dietro a quello da latte – dovrà recarsi dal dentista di famiglia o pediatrico.

Quante volte al giorno devo lavare i denti a mio figlio di tre anni?

La raccomandazione generale per tutti è quella di lavarsi i denti tre volte al giorno dopo i pasti con un dentifricio a base di fluoro. Per aiutare suo figlio a rendere il rituale automatico, le consiglio di introdurlo coinvolgendo tutta la famiglia. Il bambino dovrebbe lavarsi i denti da solo. La sera è invece consigliabile effettuare una seconda «passata» acura dei genitori. A proposito, dopo la pulizia è bene non risciacquare la bocca con l’acqua, ma soltanto sputare fuori il liquido in eccesso, in modo che il fluoro contenuto nel dentifricio si fissi meglio sui denti, rinforzandone lo smalto.

A breve mio figlio dovrà fare la sua prima visita dal dentista. Cosa devo aspettarmi?

La prima visita dal dentista ha un grande peso nel decidere con che spirito suo figlio affronterà tutte quelle future. Nel nostro ambulatorio cerchiamo con ogni mezzo di associare questa esperienza a emozioni positive. Al primo appuntamento, è importante conquistare la fiducia del bambino. A seconda dell’età del piccolo paziente, il genitore può sedersi sulla «temibile» poltrona con il piccolo in braccio, o lasciare che i più coraggiosi vi prendano posto da soli. Dopodiché spieghiamo al bambino gli strumenti del mestiere, come la lampada, il soffiatore e l’aspiratore, che potrà anche toccare. E per premiare il coraggio dimostrato, al termine della visita al bambino viene dato anche un ricordino.

A partire da quale età è opportuno stipulare un’assicurazione per cure dentarie? L’assicurazione copre i costi per l’apparecchio?

L’assicurazione di base non copre i costi del dentista. Occorre dunque stipulare un’assicurazione complementare, utile soprattutto in caso di prescrizione di apparecchio. Le prestazioni di tali assicurazioni variano molto e occorre quindi fare attenzione al tipo di servizi garantiti da quella prescelta. Dato che a partire dai cinque o sei anni spesso le compagnie richiedono un esame medico dentario, meglio stipulare l’assicurazione prima. Si rischia altrimenti di incorrere in un rifiuto in caso di domanda di assicurazione concomitante alla prevedibile necessità di un trattamento. La copertura degli infortuni ai denti rientra invece nell’assicurazione di base.

Foto: Getty Images

Più idee per la gioia del tuo bimbo

Cucù