Gravidanza

16° settimana di gravidanza

La gravidanza è un’avventura! Ti spieghiamo cosa succede al tuo corpo e a quello del bambino settimana dopo settimana. Leggi qui: la sedicesima settimana.

Consigli per la 16° settimana di gravidanza

Il vostro bambino inizia a stirarsi sempre di più. In questo modo allena la sua muscolatura dorsale e cervicale. Le piccole ossa diventano più spesse e dure e iniziano a crescere capelli, ciglia e sopracciglia.  Adesso i muscoli e i nervi sono definitivamente collegati tra loro; il vostro bambino può quindi muovere liberamente tutte le articolazioni e ne fa anche largo uso. Gira la testa, scalcia, afferra il cordone ombelicale e fa capriole.

Consiglio: Maschietto o femminuccia?

Se siete già curiose, in questa settimana potete scoprire se aspettate un maschietto o una femminuccia. Però può anche darsi che il vostro bambino sia girato in modo tale che anche con l'ecografia non si possa scoprire nulla - pazientate ancora un po', presto o tardi il vostro ginecologo riuscirà a catturare una buona immagine. Magari preferite lasciarvi sorprendere: ditelo assolutamente al vostro ginecologo prima della prossima ecografia affinché non vi rovini la sorpresa.

L'utero continua a crescere. Probabilmente avete già preso peso sul fondoschiena e sulle gambe, dato che nel vostro corpo sono ora immagazzinati grassi e acqua supplementari. Questo può anche avere il gradevole effetto secondario che le fastidiose rughe del viso scompaiano temporaneamente, rendendo più dolci i vostri lineamenti. In altri casi ciò può provocare un innocuo gonfiore a piedi e caviglie, forse anche alle mani e alle dita, soprattutto alla sera e nelle giornate più calde.  Se state spesso al sole, d’ora in poi possono formarsi delle macchie sul vostro viso: i cosiddetti disturbi della pigmentazione, noti anche come maschera della gravidanza. Evitate quindi i raggi solari diretti. 

Consiglio: I disturbi della pigmentazione sul viso e come evitarli

Durante la gravidanza ci si abbronza più velocemente e in modo irregolare. Una pelle fortemente pigmentata può scurirsi ancora di più con l'esposizione al sole. Dal quarto mese, sul viso si può formare una cosiddetta maschera della gravidanza (cloasma). Sulla pelle si formano delle macchie scure che rendono la cute irregolare e "sporca" (in particolare vicino alle labbra, sul mento, sul naso e sulla fronte). Questo disturbo della pigmentazione è provocato dagli ormoni della gravidanza prodotti dal corpo, che si manifestano con una reazione cutanea ai raggi solari. Perciò dovreste evitare i raggi solari diretti e utilizzare una crema solare ad alto fattore protettivo (almeno 15) Però:  fare il pieno di sole con cautela fa bene! Infatti il sole favorisce la produzione di vitamina D, di cui il corpo necessita assolutamente soprattutto durante la gravidanza. Concedetevi quindi 10-15 minuti di sole al giorno quando i raggi non sono più così forti (al mattino o alla sera) e assicuratevi di usare una protezione solare sufficiente. Il sole fa bene anche al vostro spirito. 

Altri consigli sono disponibili anche alla pagina: Lifiting naturale

Buono a sapersi: come cresce il vostro utero durante la gravidanza

L'utero è un organo estremamente flessibile atto a proteggere il vostro bambino in crescita. Non appena in questo organo, solitamente grande come un pugno, si è fissato un ovulo fecondato, l'utero inizia il suo lavoro. Già nel terzo mese potete sentire attraverso la parete addominale un utero leggermente più grande. L'utero cresce ora continuamente insieme al vostro bambino, adattandosi allo stato di sviluppo e di crescita del nascituro. Fino al quarto mese, esternamente non si vedono cambiamenti. Nel quinto mese, la parte superiore dell'utero (fondo) raggiunge già l'ombelico. Verso la fine della gravidanza, l'utero si è esteso fino allo sterno, diventando rapidamente più stretto per il bambino. Poco prima del parto si abbassa all’altezza del vostro bacino, preparando la strada al bambino. Subito dopo il parto, l'utero pesa circa un chilo. Già entro una settimana il suo peso si riduce della metà e dopo circa sei settimane torna allo stato originario.

Foto: Keystone

I nostri prodotti consigliati:

Scopri di più sui nove mesi col pancione

Consiglio