Escursione

Lo splendido paesaggio della Ruinaulta

Informazioni utili

Orari d’apertura

Sempre aperto

Per saperne di più
Indicato per

7-12, 13-17, 18+

Prezzi

Adulti: Fr 5.-
Bambini: Fr 3.-

Parcheggi

Sono disponibili dei parcheggi

Fermata trasporti pubblici più vicina

Versam - Safien

La Gola del Reno è considerata il Grand Canyon della Svizzera. Si distingue per la sua singolare geologia ed è la dimora di specie animali e vegetali diversificate e uniche. A piedi o sull'acqua – vale la pena fare un'escursione attraverso la spettacolare gola millenaria.

La Ruinaulta o, in tedesco, Rheinschlucht è una gola del Reno Anteriore che raggiunge i 400 metri di profondità tra Ilanz e la foce del Reno Posteriore ed è uno dei paesaggi più suggestivi e vari della Svizzera. Qui circa 10'000 anni fa si verificò la più grande frana delle Alpi: 10'000 anni fa l'enorme frana di Flims provocò il distacco di 100'000 milioni di metri cubi di roccia. Il Reno anteriore fu seppellito da uno strato di detriti spesso parecchie centinaia di metri. In questo modo si formò un lago di 25 chilometri di lunghezza. Nel corso del tempo però il fiume ha scavato profondamente tra i detriti. Il lago di Ilanz è defluito e, al suo posto, si è formato il "Grand Canyon svizzero". Molte delle pareti scoscese della gola del Reno sono bianche. Una polvere fine e biancastra si combina con le masse di roccia franate e fa assomigliare il complesso a una parete di solida roccia. La peculiarità geologica di questo tratto, nonché la flora e la fauna, invitano a splendide escursioni. Oggi la Ruinaulta è la dimora di alcuni animali e piante rare.

Consigli

Acquistate il vostro biglietto per la Ruinaulta in tutte le stazioni ferroviarie servite dalla Ferrovia Retica, negli uffici turistici di Flims, Laax e Falera o presso il Rail Service. Il nuovo biglietto giornaliero "Rheinschlucht-Ticket" vale sulle attuali linee della Ferrovia Retica e sugli Autopostali di Coira, Flims e Ilanz. Da giugno valido anche per l'Autopostale Ilanz - Versam -

Tenna e il taxi navetta della Gola del Reno dalla stazione ferroviaria di Valendas.

Infrastruttura

An diesem Ort sind folgende Infrastrukturen vorhanden.
Parcheggi personali
Caffè
Ristorante
Fasciatoio
WC
Vista

Cartina Google Maps

Caricamento della cartina...

Come arrivare

Parcheggi

Sono disponibili dei parcheggi

Fermata trasporti pubblici più vicina

Versam - Safien

Orari d’apertura

Sempre aperto

Contatto

Indirizzo

Rheinschlucht
Flims-Waldhaus
7018 Flims

Telefono

+41 81 288 65 65

La correttezza delle informazioni di cui sopra non può essere garantita.

La foresta di pini silvestri sulle pendici della Gola del Reno è ricca di orchidee. Si tratta di esemplari quasi tutti a rischio d'estinzione e, quindi, protette. L'orchidea più famosa della Ruinaulta è la scarpetta di Venere. Fiorisce in maggio e in giugno, più frequentemente nel bosco attorno a Versam.

Nella Ruinaulta vivono 350 specie di farfalle, la maggior parte delle quali sono falene. La presenza di molte specie di farfalle è sinonimo di un ambiente incontaminato e pulito.

Anche molti uccelli rari hanno eletto qui la loro dimora. Solo 80-120 coppie di corriere piccolo e di beccaccino nidificano ancora in Svizzera. Entrambe le specie sono originarie della Ruinaulta. La deposizione delle uova, la cova e la crescita dei piccoli si svolgono sulle rive ghiaiose lungo le sponde del fiume. Per non compromettere ulteriormente queste specie, sono state create tre aree naturalistiche protette nell'area del Reno anteriore.

Il nome romancio "Ruinaulta" è composto dalle parole Ruina, che significa fascia detritica o cava di pietra, e "aulta", che sta per "alta". Lungo i sentieri e attorno alla Gola del Reno troverete ulteriori informazioni sul canyon nei numerosi pannelli informativi.

Chi ama stare sull’acqua, inoltre, è nel posto giusto: i percorsi guidati di rafting tra Ilanz e Reichenau sono molto amati. Il Reno si snoda per 14 km di lunghezza nella sua gola. Sgorga dall'Oberalppass e da qui scorre per oltre 1324 chilometri fino a Rotterdam nei Paesi Bassi, dove si getta nel Mare del Nord.

Foto: Graubünden Ferien/Surselva Tourismus

Più escursioni, più avventure

Vai!