Escursione

Itinerario: Roccaforte a Meersburg

Informazioni utili

Orari d’apertura

Per saperne di più
Indicato per

0-3, 4-6, 7-12, 13-17, 18+

Prezzi

Adulti: 12,80 Euro
Giovani: 10,00 Euro
Bambini: 8,00 Euro

Parcheggi

Sono disponibili dei parcheggi

Fermata trasporti pubblici più vicina

Autofähre Meersburg

Essa emerge in posizione elevata, sopra il Lago di Costanza, e lascia rivivere la storia medioevale. La roccaforte abitata più antica della Germania è un simbolo notevole della regione. Dentro le sue mura si trovano ancora locali pieni di storia, quali cucine, sala d’armi, sala dei cavalieri e segrete.

La cittadina di Meersburg emerge in posizione elevata sopra al Lago di Costanza. Grazie alla sua notevole veduta è diventata il simbolo della regione. Resa accessibile al pubblico già alla fine del 19° secolo, fa parte delle attrazioni principali del Lago di Costanza. La visita al museo diventa un’esperienza indimenticabile. Più di 30 sale completamente arredate fanno rivivere il medioevo. Infatti, si possono vedere l’antica cucina della roccaforte, il Palas, la sala d’armi, le segrete, la stalla oppure la camera di tortura.

Infrastruttura

An diesem Ort sind folgende Infrastrukturen vorhanden.
Parcheggi personali
Caffè
WC
Vista

Cartina Google Maps

Caricamento della cartina...

Come arrivare

Parcheggi

Sono disponibili dei parcheggi

Fermata trasporti pubblici più vicina

Autofähre Meersburg

Orari d’apertura

Lunedì
09:00-18:30 (01.03.-31.10.); 10:00-18:00 (01.11.-28.02.)
Martedì
09:00-18:30 (01.03.-31.10.); 10:00-18:00 (01.11.-28.02.)
Mercoledì
09:00-18:30 (01.03.-31.10.); 10:00-18:00 (01.11.-28.02.)
Giovedì
09:00-18:30 (01.03.-31.10.); 10:00-18:00 (01.11.-28.02.)
Venerdì
09:00-18:30 (01.03.-31.10.); 10:00-18:00 (01.11.-28.02.)
Sabato
09:00-18:30 (01.03.-31.10.); 10:00-18:00 (01.11.-28.02.)
Domenica
09:00-18:30 (01.03.-31.10.); 10:00-18:00 (01.11.-28.02.)

Contatto

Indirizzo

Burgmeersbrug
Schlossplatz 10
88709 Meersbrug am Bodensee

Telefono

+49 7532 80000

La correttezza delle informazioni di cui sopra non può essere garantita.

Dopo aver passato il ponte levatoio e dopo aver guardato in basso verso la grande ruota del mulino nella fossa della roccaforte, si resta subito impressionati dall’originalità dell’edificio. Il vecchio verricello una volta serviva al ritiro del ponte levatoio, e accanto alla piccola porta ad arco ogivale si vede il “Burgfried”, l’avvertenza a chiunque volesse rompere la pace.
Così, immerso nel medioevo, il percorso continua passando per numerose sale che fanno rivivere ancora la vita dell’epoca.
Partendo dalla Sala dei Cavalieri, dalla sala comune fino su al Palas, il domicilio della sovranità della cittadella.
Inoltre si è invitati a osservare i cammini di ronda, la sala delle armature, la sala dei cavalieri, l’officina dell’armaiolo, oltre alla cucina della roccaforte e al pozzo di raccolta. Il pozzo della cittadella, con 28 metri di profondità, mostra quanto era difficile rifornire d'acqua la roccaforte. Nella grande cucina è possibile ammirare la panetteria del fornaio con l’imponente forno.
Visitando le segrete e l’ex camera delle torture ci s'immerge nella cupa storia, dove veniva applicata la legislazione medioevale.

Dai fabbricati aggiunti nei vari secoli si riconosce che la roccaforte è sempre stata abitata e che non è mai stata distrutta. E' presente una tromba di scale barocca, la parte più moderna dell’edificio. Anche la caffetteria della roccaforte si trova in ambienti di stile barocco.

Si trova un giardino appartato e romantico che invita a una passeggiata.

Come ulteriore attrazione nella visita della roccaforte sono da considerare le sale nella torre residenziale diretta verso sudest, abitate dalla scrittrice e compositrice tedesca Annette von Droste-Hülshoff negli anni che precedettero la sua morte. Nella camera dove era solita lavorare e in cui poi morì, oltre ad alcuni oggetti personali, sono esposti manoscritti e dei primi piani dell’artista.

Gli ambienti possono essere percorsi tramite un itinerario guidato oppure in modo autonomo. Sono presenti numerose tavole informative.

Foto: iStock

Più escursioni, più avventure

Vai!