Escursione

Visita al museo ed escursione a Caslano

Finire nella rete dei pescatori, gironzolare per i vicoli del grazioso paesino o fare un'escursione nel parco naturale del Monte Caslano? Un'attività non esclude l'altra.

Il Ticino è uno scrigno pieno di destinazioni adatte per le gite in famiglia. Una di queste è Caslano, all'estremità occidentale del Lago di Lugano. Le ragioni per le quali vale la pena fare una gita di un giorno in questo paesino sono molte: Caslano offre infatti, oltre a una magnifica montagna, anche uno dei più interessanti musei della pesca svizzeri che non entusiasma solo i pescatori. Anche il centro storico del paese con i suoi vicoli pittoreschi, gli antichi edifici e l'arte sacra sono degni di nota. Caslano è comunque anzitutto il punto di partenza di diverse escursioni. Come per esempio il percorso circolare verso il monte omonimo e che torna poi al paese. Il Monte Caslano forma una penisola, ha un'altezza di circa 526 metri sul livello del mare e offre in più punti una vista mozzafiato del Lago di Lugano. Lungo il sentiero attraverso il parco naturale gli escursionisti possono fare molte scoperte interessanti e ammirare sullo sfondo le montagne del Malcantone italiano. 

Informazioni utili

Periodo dell’evento

Orari d’apertura

Per saperne di più
Indicato per

0-18+

Prezzi

Gratis 

Parcheggi

Non sono disponibili parcheggi

Fermata trasporti pubblici più vicina

Caslano

Informazioni utili

Periodo dell’evento

Orari d’apertura

Per saperne di più
Indicato per

0-18+

Prezzi

Gratis 

Parcheggi

Non sono disponibili parcheggi

Fermata trasporti pubblici più vicina

Caslano

Cartina Google Maps

Caricamento della cartina...

Come arrivare

Parcheggi

Non sono disponibili parcheggi

Fermata trasporti pubblici più vicina

Caslano

Orari d’apertura

Caricamento degli orari di apertura

Contatto

Indirizzo

Museo della Pesca
Via Meriggi 32
6987 Caslano

Telefono

+41 91 606 63 63

La correttezza delle informazioni di cui sopra non può essere garantita. Per i dati e gli orari di apertura aggiornati fa fede il sito Internet dell'offerente. Sei pregato di contattarci scrivendo a famigros.ausfluege@mgb.ch per segnalare modifiche dei prezzi o degli orari di apertura.

  • Le informazioni presenti sui cartelli lungo il sentiero didattico sono in italiano e in tedesco.
  • Il biglietto d'ingresso al Museo della pesca costa fr. 5.- per gli adulti e fr. 3.- per i ragazzi

Infrastruttura

An diesem Ort sind folgende Infrastrukturen vorhanden.
WC
Vista

Una camminata da sogno da Caslano al monte omonimo

Il Monte Caslano, il cui vero nome è Monte Sassalto, è stato dichiarato riserva naturale per la sua particolare struttura geologica e le varietà botaniche che custodisce. Nel parco naturale si trovano oltre 600 specie diverse di piante. Il percorso indicato da cartelli segnaletici inizia nel centro di Caslano e conduce in cima alla montagna, passando da un sentiero didattico. L'intero percorso è lungo circa sette chilometri, ma per la passeggiata è meglio comunque programmare due o tre ore di tempo, perché lungo il sentiero ci sono molte cose interessanti da vedere e da leggere, come ad esempio le 15 tavole esplicative che descrivono le piante, gli alberi e gli animali presenti nel parco. 

Museo della pesca nella Villa Carolina

Durante una gita di un giorno a Caslano è possibile combinare la passeggiata con una visita al Museo della pesca. Nel Museo dedicato alla pesca così come viene praticata fin dall'antichità sono conservate diverse centinaia di oggetti. I temi principali sono la pesca tradizionale delle anguille nel fiume Tresa, l'attuale pesca professionale e la pesca sportiva. Il museo è aperto durante la stagione estiva  e permette di apprendere nozioni interessanti sulla costruzione delle barche, sul commercio del pesce o sulla fabbricazione delle reti da pesca. Agli appassionati della pesca viene illustrato lo sviluppo di diverse specie di pesci. I bambini possono invece osservare da vicino numerose barche e reti tradizionali e ricche di storia e farsi un'idea del tutto nuova della pesca. Da quando nel 2010 il museo si è trasferito nella Villa Carolina, è diventato un vero e proprio gioiello.

Fotos: Milo Zanecchia & Davide Adamoli

Più escursioni, più avventure

Vai!