Consiglio per il tempo libero

Imparare a sciare: tanta pazienza e piedi caldi

Da che età si possono mettere i bambini sugli sci? I nostri consigli ti aiutano a iniziare con successo l'avventura sulle piste con i tuoi figli.

Bimbi con le guanciotte rosse, neve polverosa e momenti divertenti da vivere insieme: forse sono proprio così le vacanze sugli sci che sogni con i tuoi figli. Eppure la realtà può essere molto diversa. Genitori al limite di una crisi di nervi e bambini che strillano? Se arrivi a questo punto il divertimento sulla neve dura poco. E non è raro che capiti quando le aspettative sono troppe. In genere infatti è prematuro voler far scendere dalla pista rossa un piccolo di tre anni, anche se a te è sembrato già bravissimo mentre curvava sul campetto dei bambini.

Ma allora di cosa bisogna tenere conto quando si va a sciare con i bambini? L’abbiamo chiesto all'esperto Vali Gadient, direttore della scuola di sci di Flumserberg, che ci ha elargito tanti preziosi consigli.

Consigli per sciare

L'età giusta

A tre anni molti bambini sono pronti per muovere i primi passi sulla neve. A seconda della forza e della motivazione alcuni lo sarebbero già prima, altri invece preferiscono stare a guardare ancora per un po’. Importante: il bambino deve mostrare entusiasmo per lo sci, essere in grado di vestirsi e svestirsi da solo e non portare più il pannolino. Per poter frequentare la scuola di sci, deve inoltre saper star lontano da mamma e papà per qualche ora.

Scuola di sci o genitori?

La maggior parte dei bambini impara meglio sciando insieme ad altri bambini e quindi è preferibile optare per la scuola di sci. Se però i genitori sono dotati di pazienza infinita, possono cominciare a dare al piccolo i primi rudimenti badando di farlo scendere con un leggerissimo dislivello.

Come vestire il bambino?

A cipolla, con diversi strati di abbigliamento per evitare che abbia freddo all'esterno e non sudi all’interno. Non devono mancare il casco e la crema solare.

Acquistare o noleggiare gli sci?

Se prevedi di andare spesso a sciare con la tua famiglia durante la stagione invernale, val la pena acquistarli. Se invece non sai ancora se il tuo bambino si divertirà, è preferibile noleggiarli. I membri Famigros usufruiscono di uno sconto del 10% sul noleggio stagionale. Gli sci devono andare bene sin dall’inizio. Sono ideali se arrivano in altezza fino al mento o al naso.

Piedi caldi

Avere i piedi gelati può guastare il piacere di sciare. Fai attenzione che tra le dita e la punta dello scarpone ci sia spazio a sufficienza per muovere il piede. Gli scarponi devono essere comodi. Evita quindi i modelli troppo stretti o i calzettoni troppo spessi. Quando si scia può capitare che i piedi sudino. Per evitare che si raffreddino, fai indossare al tuo bambino calzettoni puliti. La cosa migliore è averne sempre un paio di riserva.

Sciare stanca

Di solito i bambini si riprendono rapidamente dalla stanchezza. Fai delle pause brevi ma frequenti, magari per andare in bagno o per consumare un piccolo snack. Per ridare energia puoi portare con te barrette di cereali e frutta secca. Inoltre, promettere una bella cioccolata calda nei rifugi di montagna può fare miracoli.

Chi impara presto, chi ha bisogno di tempo

Ogni bambino è diverso: c’è chi impara in fretta e ha più coraggio, chi invece ci mette un po’ di più. Ad alcuni bastano pochi giorni sulla pista blu, altri hanno bisogno di una stagione intera per fare progressi. Può essere utile ricorrere all’accessorio per l'apprendimento dello sci. Questo accessorio consente al bambino di acquisire sicurezza e ai genitori di tenerlo sempre sotto controllo.

Genitori pazienti

I genitori non devono avere aspettative troppo elevate. Nessun bambino è in grado diventare un campione di sci in soli due giorni. Vali Gadient raccomanda ai genitori di avere pazienza. È meglio scendere una volta in più dalla pista blu che cadere tre volte di fila dallo skilift. Per superare le esperienze negative i bambini hanno bisogno di un certo tempo.

Vacanze rilassanti sugli sci con i bambini

Tuo figlio non ne vuole sapere di sciare? Forse andrà meglio l’anno prossimo. Tua figlia oggi non ha voglia di fare allenamento di carving con la mamma? Magari domani allora. Sentirsi costretti non fa altro che generare frustrazione per tutti e guastare la gioia dello sci ai bambini. Opta piuttosto per un’escursione con la famiglia, una bella slittata o una giornata in piscina. 

Foto: Getty Images

Geniale!