Consiglio per il tempo libero

Proteggersi dalle zecche durante una passeggiata nel bosco

Pro Juventute
Caricamento dell’immagine

Pro Juventute consulenza per genitori

Il nostro partner specializzato per questo tema è il servizio di consulenza per genitori della Pro Juventute gratuito.
 

Informazioni utili

Quando si passeggia o si gioca nel bosco, si dovrebbe fare attenzione alle zecche. È importante proteggere il corpo con i vestiti e rimuovere rapidamente un’eventuale zecca.

I bambini e gli adulti che dall’inizio dell’estate alla fine dell’autunno trascorrono molto tempo nel bosco e ai suoi margini, lungo i sentieri di montagna o nelle aree picnic dovrebbero essere informati sui rischi dell’eventuale puntura di una zecca visto che può trasmettere gravi malattie con conseguenze incurabili. Dato che fortunatamente questo avviene raramente, non ci si deve far prendere dal panico. E' utile avere informazioni dettagliate.

Consigli per combattere le zecche

Quali misure adottare?

In caso di un’escursione nel bosco in cui si attraversino sottobosco, cespugli o erba alta, indossare indumenti adatti (pantaloni lunghi e maglie a maniche lunghe) e scarpe chiuse.

Dopo la passeggiata cercare eventuali zecche sui punti del corpo scoperti (piccole macchie nere sulla pelle, grosse come la capocchia di uno spillo). Si dovrebbero controllare soprattutto punti difficili da vedere come la cavità interna delle ginocchia, la parte interna delle cosce, le cavità ascellari o le spalle, nei bambini piccoli anche l’attaccatura dei capelli e la zona dietro le orecchie.

Rimuovere immediatamente le zecche

Le zecche devono essere rimosse il più velocemente possibile! Il rischio di un’infezione con agenti patogeni aumenta con il tempo che hanno a disposizione per succhiare. Rimuovere le zecche come segue: afferrare il più vicino possibile alla superficie cutanea la zecca con pinzette, una pinza apposita o in mancanza d’altro con le unghie e tirarla fuori dritta, lentamente e senza strappi.  Prima di rimuoverla, non usare né smalto per unghie né olio, visto che con ogni stimolo si rischia che la zecca inietti improvvisamente l’agente patogeno.

Osservare la puntura

Disinfettare il punto in cui è avvenuta la puntura. Nel caso in cui nella pelle siano presenti ancora resti della zecca, rivolgersi ad un medico e farli rimuovere. Osservare il punto in cui è avvenuta la puntura, eventualmente cerchiare con un pennarello indelebile e annotare la data del morso della zecca. I disturbi potrebbero presentarsi anche parecchio tempo dopo il morso. In tal caso informare il medico.

Richiedere informazioni dettagliate

La pericolosità del morso di una zecca è diversa a seconda della regione. Il pediatra, la pediatra o l’Ufficio federale della sanità pubblica conoscono lo stato attuale delle zone a rischio e possono fornire consigli in relazione alla necessità di una vaccinazione. 

Foto: Getty Images

Altre idee della redazione Famigros

Geniale!