Consiglio per il tempo libero

Giocare a ping-pong con i bambini

Il ping-pong è uno sport per tutti che consente a te e ai tuoi bambini di fare movimento e allenare la coordinazione occhi-mano. Per divertirsi, all'interno o all'aperto, ci vogliono una pallina, due racchette e un tavolo da ping-pong.

Cosa ne dici di una partita a ping-pong? O addirittura di un torneo? Puoi giocare ovunque trovi abbastanza spazio. Abbiamo raccolto per te qualche consiglio e suggerimento per giocare all'interno e all'aperto. In due o a squadre. Con o senza tavolo da ping-pong. Ma sempre divertendoti un mondo!

Informazioni utili

Informazioni utili

Con tavolo da ping-pong

C'è il sole e molti campi o parchi sportivi dispongono di tavoli da ping-pong accessibili a tutte le famiglie. Basta portare da casa racchette e palline! Val la pena anche prendere con sé una rete da ping-pong impermeabile e regolabile in altezza qualora non fosse (più) disponibile sul posto.

Molti fan di questo sport decidono anche di acquistare un tavolo da installare a casa propria in giardino, sul terrazzo o nel locale hobby per poterci giocare spesso. Un'altra soluzione è quella di convincere i vicini ad acquistare un tavolo da ping-pong in comune per gli abitanti del quartiere.

Nel caricamento dei prodotti si è verificato un errore.

Senza tavolo da ping-pong

Giocare a ping-pong a casa
Caricamento dell’immagine
web.lightbox.openLink
Giocare a ping-pong a casa
Caricamento dell’immagine

Fuori piove a dirotto? Allora allestisci un tavolo da ping-pong a casa tua!

Come fare? È semplicissimo!

Sgombra il tavolo in cucina o in sala da pranzo, sposta le sedie e gli oggetti fragili nelle vicinanze, monta una rete multiuso, procurati le racchette e via! Se non hai sottomano una rete, puoi utilizzare ad esempio dei rotoli di carta igienica o dei libri per dividere il tavolo in due.

Che differenza c'è tra il tennis da tavolo e il ping-pong? Sono lo stesso gioco, ma nel ping-pong la palla deve rimbalzare sul tavolo dal proprio lato e poi passare sopra la rete.

Giocare a ping-pong da soli, in due o a squadre

Da soli

Oggi a casa non c'è nessuno che ha voglia di affinare la propria tecnica di gioco? In molti tavoli da ping-pong è possibile ribaltare verso l'alto una metà del tavolo sulla quale farvi rimbalzare la pallina.

In due

Puoi attenerti alle regole correnti del ping-pong oppure definire regole tue un po' più fantasiose. L'importante è pattuirle prima di cominciare a giocare!

In doppio

Quattro giocatori suddivisi in due squadre: che ne diresti genitori contro figli? Le regole del doppio di ping-pong sono le stesse della partita singola, ma la pallina deve essere colpita in alternanza dai membri della squadra. Un esercizio fantastico per la coordinazione e lo spirito di gruppo!

Variante a giro

Divertimento garantito! I giocatori si suddividono in grandi gruppi e si affrontano: la prima persona lancia la palla e poi corre all'altra estremità del tavolo mettendosi in fila dietro gli altri giocatori. Nel frattempo l'avversario rimanda la pallina e passa successivamente dall'altra parte del tavolo. Chi sbaglia il rinvio viene eliminato. Il gioco dura finché rimangono due soli giocatori, che si contendono al termine il primo posto sul podio. Alla fine si ricomincia daccapo!

Senza racchette

È possibile giocare a ping-pong anche senza racchette. Conosci il cosiddetto «headis», ovvero il ping-pong con la testa? Si tratta di un mix di ping-pong e calcio in cui la palla, più grande di una normale pallina da ping-pong, viene fatta rimbalzare sopra la rete con la testa.

Spiegazione delle regole del ping-pong

  • Vince la partita di ping-pong chi si aggiudica tre set su cinque (best of five). Vince il set chi ottiene per primo 11 punti con una differenza di almeno due punti rispetto all'avversario.
  • Dopo ogni set si cambia campo, come pure nel set decisivo non appena uno dei giocatori ottiene cinque punti.
  • Chi tocca la superficie del tavolo con la mano libera perde il punto.
  • Non è consentito colpire la pallina prima che essa rimbalzi sul tavolo. Dietro il tavolo è però possibile prenderla con la mano libera, arrestarla con la racchetta o toccarla con il corpo.
  • Se la pallina tocca lo spigolo superiore del tavolo ma non quello laterale, è valida.
  • Se una pallina giocata correttamente tocca la rete, il gioco può continuare.

Fonte: Ufficio federale dello sport UFSPO, mobilesport.ch

Una selezione di racchette e palline da ping-pong

Nel caricamento dei prodotti si è verificato un errore.

Foto: Getty Images

Altre idee della redazione Famigros

Da non
perdere