Consiglio per il tempo libero

A cercar funghi con i bambini

Informazioni utili

Andar per funghi con tutta la famiglia è un’avventura che rimarrà impressa nella memoria a lungo. Ecco dove trovare i funghi, quali gustosi piatti preparare e quali varietà evitare assolutamente di raccogliere.dürfen.

Passeggiare nei boschi a raccogliere funghi è un passatempo fantastico per tutta la famiglia. Per portarsi a casa ogni sorta di prelibatezza basta munirsi di un cestino di vimini e recarsi nei boschi vicini. Funghi, erbe aromatiche, fiori e frutti di bosco: nel cestino di genitori e figli può finire di tutto. Una volta a casa tutto va però controllato e suddiviso per bene.

Funghi ed erbe aromatiche finiscono in padella per dar vita a gustose pietanze, i fiori si riuniscono in graziosi bouquet e le bacche si gustano strada facendo. Con un pizzico di fortuna e osservando attentamente, nei boschi si possono scorgere anche scoiattoli, cervi e lepri!

I funghi crescono praticamente tutto l’anno, ma certe varietà si trovano in quantità maggiori a fine estate e a inizio autunno.

Molti funghi amano i terreni boschivi, i pendii umidi e i ceppi dei tronchi, terreni idealmente fertili per far crescere i funghi. Numerose varietà prediligono i suoli vicino agli alberi di pino. Quando si va per funghi è meglio farlo quando il terreno è leggermente umido e caldo perché i funghi amano molto questa combinazione.

È bene inoltre dare uno sguardo alle prescrizioni per la raccolta dei funghi in Svizzera in quanto le limitazioni di peso per la raccolta, le disposizioni e i periodi di divieto variano da un cantone all’altro.

Funghi apprezzati e gustosi:

  • Indossare sempre abiti adatti per camminare nei boschi, ovvero pantaloni lunghi e maglietta a maniche lunghe per proteggersi dalle zecche e dalle piante con le spine. È meglio anche calzare scarpe confacenti alle passeggiate nei boschi dove vi sono sassi e rami per terra.
  • I funghi dovrebbero essere raccolti tagliandoli alla base con un coltellino tascabile e riposti in un contenitore permeabile all’aria come ad esempio un cestino di vimini.
  • Non perdere mai di vista i bambini perché sono proprio i funghi velenosi ad attirarli in modo particolare (ad esempio l’ovolo malefico).
  • I funghi non andrebbero mai consumati crudi in quanto molte varietà sono commestibili solo cotte. È bene anche insegnare ai bambini a non leccarsi le dita dopo aver raccolto i funghi prima di essersi assicurati che non si tratti di specie velenose.
  • Far controllare il proprio bottino a un controllore di funghi presso uno dei luoghi di controllo ufficiali per accertarsi che non vi siano funghi tossici!

Quando si va per funghi vi è sempre il rischio di raccogliere un esemplare velenoso. Le intossicazioni da funghi sono sempre più gravi nei bambini che negli adulti. È importante pertanto assicurarsi che non siano stati raccolti funghi velenosi.

Possono venire ad esempio di aiuto i libri di micologia che descrivono minuziosamente le diverse varietà e le loro caratteristiche. Ai raccoglitori meno esperti si consiglia di rivolgersi assolutamente a un luogo di controllo dove i funghi vengono esaminati a fondo dai controllori.

Qui trovi i luoghi di controllo vicino a casa tua

Se ciononostante un bambino dovesse manifestare nausea o mal di pancia, è necessario contattare immediatamente il numero di emergenza 145 dell’ufficio del centro Tox Info Suisse, a disposizione per rispondere a tutte le domande in caso di dubbio. Se i sintomi sono acuti, è meglio invece recarsi subito in ospedale.

Le cinque specie di funghi più tossiche

Altre idee della redazione Famigros

Geniale!