Stagione delle grigliate

Consigli per grigliare in tutta sicurezza con i bambini

Tempo di griglia, tempo di famiglia. I bambini adorano aiutare a fare le grigliate. Ti mostriamo come coinvolgerli senza timori e ti diamo preziosi consigli per grigliare in tutta sicurezza.

Con i primi caldi raggi di sole arriva anche il desiderio di intraprendere qualcosa in compagnia e, naturalmente, di riaccendere il grill. Sul balcone, in giardino, nel parco, nel bosco o al lago: una piacevole grigliata insieme ad amici e famiglia è sempre fonte di gioia. E i bambini, con la loro voglia di dare una mano, non possono assolutamente mancare. Se li si coinvolge nella preparazione, i piccini gusteranno ancora di più ciò che si è preparato e, allo stesso tempo, impareranno come comportarsi con il fuoco.

Scopri come pianificare al meglio una grigliata all'insegna del relax e a cosa devi prestare particolare attenzione quando prepari le grigliate in compagnia dei bambini.

Consigli per grigliare in tutta sicurezza con i bambini

I bambini possono partecipare ai lavori al grill?

Diversi cibi da grigliare su foglio di alluminio accanto a un grande grill verticale
Caricamento dell’immagine
web.lightbox.openLink
Diversi cibi da grigliare su foglio di alluminio accanto a un grande grill verticale
Caricamento dell’immagine

Non si dovrebbe proibire ai bimbi di aiutare, solo per paura che possa succedere qualcosa. Bisognerebbe anzi mostrar loro come comportarsi davanti al grill e con il fuoco... senza uscirne scottati! Avvicinarli al grill in modo avveduto li rende consapevoli della forza del calore e del fuoco.

Bisogna però assicurarsi che i bambini non restino mai soli davanti al grill: basta un passo falso e la situazione può diventare pericolosa. I bambini devono inoltre indossare sempre scarpe resistenti in grado di proteggerli dagli eventuali tizzoni di brace che cadono dalla superficie di cottura.

In generale, a cosa si deve prestare attenzione durante le grigliate in compagnia dei bambini?

Fiamme in un grill a carbonella
Caricamento dell’immagine
  • Assicurarsi che il grill sia stabile e se possibile riparato dal vento per evitare che si rovesci.
  • Non utilizzare mai alcol, benzina, trementina o prodotti simili, né per accendere né per ravvivare il fuoco. La cosa migliore è usare i cubetti accendifuoco solidi.
  • Assicurarsi che i bambini mettano un paio di guanti per il grill e un grembiule ignifugo. Per girare i cibi in cottura utilizzare pinze lunghe per grill.
  • Sorvegliare sempre il grill quando i bambini sono nelle vicinanze. Giochi e corse non sono permessi davanti al grill. Occorre mantenere una distanza di sicurezza di almeno due metri.
  • Per poter spegnere il fuoco tempestivamente bisogna sempre avere a portata di mano un secchiello di sabbia, un estintore o una coperta antincendio.
  • Dopo la grigliata la brace si deve raffreddare completamente e non va mai lasciata incustodita.
  • Il grasso che si infiamma non va mai spento con acqua ma esclusivamente coprendolo, altrimenti potrebbe verificarsi un’esplosione di residui ardenti dalle gravi conseguenze.

Come si fa a grigliare in famiglia evitando di sprigionare sostanze tossiche?

Colonna di fumo in un grill a carbonella
Caricamento dell’immagine
web.lightbox.openLink
Colonna di fumo in un grill a carbonella
Caricamento dell’immagine

Quale materiale di combustione, utilizzare solo legno povero di resina, carbone di legna e bricchette di carbonella dato che bruciando carta, legno ricco di resina e pigne possono essere liberate sostanze cancerogene.

Inoltre va sempre fatta attenzione a che il grasso non goccioli sulla brace. Attraverso tale processo vengono rilasciate sostanze chiamate benzopireni, che oltre ad essere particolarmente cancerogene possono depositarsi sui cibi grigliati attraverso il fumo.

Nel caricamento dei prodotti si è verificato un errore.

Angolo del grill

Consigli per il grill a gas:

Controllare regolarmente che le condutture del gas siano ancora a tenuta stagna. Per far ciò, cospargere dell'acqua saponata sui tubi; se si formano bollicine, il tubo non è più a tenuta stagna. In presenza di odore di gas, chiudere immediatamente la valvola. Inoltre, mai fumare vicino al grill a gas.

Consigli per il grill a carbonella:

In questo caso le grigliate vanno sempre fatte all'aperto per evitare pericoli d'incendio. Se si preferisce questo tipo di grill per preparare le salsicce, allora va prestata particolare attenzione a che il grill sia posizionato in modo stabile e riparato dal vento per evitare che si rovesci. Mantenere inoltre una distanza di sicurezza tra il grill e l'area di gioco dei bambini, il materiale infiammabile e l'erba secca. Lasciar raffreddare la cenere per almeno 48 ore oppure spegnerla con sabbia e terra e smaltirla in un contenitore ignifugo. In presenza di bambini, evitare di spegnere il fuoco con acqua: il vapore che ne risulta può causare ustioni.

Consigli per grigliate al fuoco:

Per preparare al meglio il fuoco all'aperto, delimitare l'area con grandi pietre.

Quale grill è più adatto alle grigliate in famiglia?

Esiste una gran varietà di modelli in tutte le classi di prezzo. Per evitare che i tuoi bambini si ustionino le dita durante la grigliata, all'acquisto del grill va fatta attenzione ai due seguenti aspetti:

  • Il grill deve essere provvisto di distanziatori che non si scaldino durante la cottura, come per esempio un anello esteriore che impedisca il contatto diretto con la vaschetta del grill e che possa essere utilizzato per riporvi gli spiedi.

Oppure

  • Scegliere un grill provvisto di una copertura o di un involucro isolanti.

Con questi accorgimenti il successo della grigliata in famiglia è garantito!

Cosa fare in caso di ustioni?

Spegnere il fuoco

In caso di ustione da barbecue o da fiamme libere occorre innanzitutto soffocare al più presto le eventuali fiamme che hanno attaccato gli abiti e toglierseli.

Gradi di ustione:

Ustione di 1° grado: pelle arrossata ma non lesionata.
Ustione di 2° grado: formazione di vesciche.
Ustione di 3° grado: ferite aperte o aree di colore nero.

Se si tratta di un'ustione di terzo grado non bisogna perdere tempo. Occorre chiamare subito un operatore sanitario telefonando al 144, coprire l'area ustionata con una benda sterile e raffreddare poi con acqua. Attenzione: in caso di ustione di terzo grado può sopravvenire anche uno shock. Pertanto è bene scaldare le parti del corpo non interessate dall'ustione.

In caso di ustione di primo o secondo grado si procede in modo simile.

Raffredda subito con acqua la zona interessata. L'ideale è usare acqua corrente.

Dopodiché applica una pomata per ustioni sulla zona lesa, se non è disponibile va bene anche il dentifricio.

Taglia una cipolla e mettila sulla zona ustionata. Le sostanze contenute nella cipolla svolgono un'azione lenitiva sulla pelle. Se non hai sottomano la cipolla, puoi usare una fetta di patata cruda.

Per evitare la formazione di vesciche puoi anche applicare sulla ferita un panno inumidito in una soluzione di acqua e aceto. Al posto della soluzione di acqua e aceto puoi usare anche il succo di crauti. Entrambi svolgono un'azione antibatterica.

Se si sono già formate vesciche non forarle assolutamente.

Dopo due giorni

La cicatrizzazione della ferita comincia dopo due giorni. Applica regolarmente alcune gocce di succo di aloe vera sulla zona interessata. Questo succo stimola notevolmente il rinnovamento cellulare.

Mangia molti alimenti ad alto contenuto di vitamina C ed E. Queste vitamine svolgono un'azione antibatterica e favoriscono la rigenerazione della pelle nella zona lesionata. Le vitamine C ed E sono presenti in molta frutta e verdura.

Prodotti raccomandati per te

Ordina online il tuo vassoio di carne per grill da tavola e ritiralo domani nella tua filiale:

Altre idee della redazione Famigros

Geniale!